martedì, Ottobre 26, 2021
Disponibile su Google Play
HomeSportNapoli: bello e solo - Calcioblog

Napoli: bello e solo – Calcioblog

Una partenza da favola per il Napoli di Spalletti, che dopo soli quattro match si ritrova primo in classifica a punteggio pieno, decisiva la vittoria contro la Juventus alla terza giornata.

Il tecnico toscano ha donato anima e carattere alla squadra, riuscendo a trasmettere grande entusiasmo all’ambiente annichilito da anni tra polemiche e supremazia bianconera. La dimostrazione di questo cambiamento è stata palpabile alla Dacia Arena. I partonopei in vantaggio di quattro reti giocavano ancora come se fossero sulle 0 a 0. Una squadra in forma dal punto di vista fisico e mentale.

La difesa concede poco, solo due i gol subiti nelle prime quattro gare, momentaneamente miglior difesa del campionato assieme ai rossoneri di Pioli. La percezione che danno i giocatori di Spalletti è quela di sentirsi tutti parte di un grande gruppo e tutti possono fare la differenza. Tranne gli insostituibili Insigne, Koulibaly e Osimhen tutti possono ruotare.

Ricordiamo che la squadra è quasi la stessa dello scorso campionato, ma la differenza si percepisce. Al netto delle difficoltà nei primi venti minuti contro l’Udinese, gli azzurri di Spalletti riescono a ribaltare le sorti con un fulminante uno-due. Riuscendo poi a dominare tutta la gara.

Spalletti è consapevole della forza della propria squadra ma anche di quella dei concorrenti al titolo, queste le sue parole nel post-partita:
“Lo scudetto? E’ talmente lungo il campionato, pieno di insidie… Però è chiaro che la squadra ha qualità tecniche, è competitiva nei cambi. Bisogna vedere quanto nel tempo si resiste a questi livelli. La nostra forza è l’ambiente prima di tutto, siamo assediati dall’amore per questa squadra e si autoalimenta. Noi siamo forti per ora e ci sono squadre fortissime in questa Serie A”

Grande qualità non solo nei titolari ma anche di chi entra a partita in corso per dare fiato e nuove idee. Il compito dell’allenatore sarà quello di far rimanere la squadra con i piedi per terra e di non lasciarsi trasportare troppo dal momento. Giusto godersi il primo posto, ma il campionato è lungo e l’insidie sono dietro l’angolo.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews