sabato, Ottobre 16, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareCaffè: la Finlandia avvia la produzione in laboratorio con l'agricoltura cellulare

Caffè: la Finlandia avvia la produzione in laboratorio con l’agricoltura cellulare

Un istituto di ricerca finlandese è riuscito a produrre il caffè in laboratorio: una scoperta che apre prospettive interessanti per la sostenibilità.

  • Home
  • Notizie
  • Caffè: la Finlandia avvia la produzione in laboratorio con l’agricoltura cellulare

La Finlandia (il paese che ha in assoluto il consumo procapite di caffè più alto) ha iniziato a produrre con successo caffè in laboratorio, attraverso l’agricoltura cellulare.

I primi lotti prodotti da VTT – uno dei principali istituti di ricerca europei, di proprietà dello Stato finlanese – pare abbiano hanno l’odore e il sapore del caffè convenzionale. Con l’aumento della domanda e le numerose sfide di sostenibilità riguardanti l’agricoltura tradizionale del caffè, c’è sicuramente bisogno di modi alternativi di produrre caffè. Quindi, i metodi di coltivazione che possano risolvere una serie di problematiche hanno possibilità di sviluppo decisamente interessanti.

vtt caffè laboratorio

“In VTT, questo progetto è stato parte del nostro sforzo generale per sviluppare la produzione biotecnologica di prodotti quotidiani e familiari che sono convenzionalmente prodotti dall’agricoltura. Per questo, utilizziamo molti ospiti diversi, come i microbi, ma anche cellule vegetali”, ha spiegato il capo del team di ricerca, il dott.  Heiko Rischer di VTT. Il lavoro è stato avviato partendo da colture cellulari di caffè, stabilendo le rispettive linee cellulari in laboratorio e trasferendole in bioreattori per iniziare a produrre biomassa. Dopo l’analisi della biomassa, è stato sviluppato un processo di tostatura e il nuovo caffè è stato infine valutato dal panel sensoriale interno di VTT.

Attualmente tutto il materiale del caffè prodotto in condizioni di laboratorio rappresenta un alimento sperimentale e richiederebbe l’approvazione normativa da parte della FDA per essere commercializzato e venduto ai consumatori negli Stati Uniti. In Europa, il caffè coltivato in laboratorio dovrebbe prima essere approvato come Novel Food prima di essere commercializzato.  Ma la scoperta è indubbiamente interessante, e siamo certi che ne sentiremo ancora parlare.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews