sabato, Ottobre 16, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMusicaO anche no, il racconto della "diversità" cambia veduta

O anche no, il racconto della “diversità” cambia veduta

O anche no tenta di cambiare veduta sul racconto della “diversità” partendo dalla Mostra del Cinema di Venezia: alcuni film presentati la scorsa settimana si prestano infatti a fornire utili spunti per la trasmissione condotta da Paola Severini Melograni. L’unico difetto del programma (soprattutto della sua conduttrice) resta quello di prendersi troppo sul serio. La trasmissione, che esprime a pieno il concetto di Servizio Pubblico e nasce con un intento del tutto nobile come raccontare storie di disabilità e di integrazione di questa nelle quotidianità, a volte pare troppo egoriferita: se la conduttrice parlando con il disegnatore Stefano Disegni non può che citare se stessa, evidentemente un problema c’è.

Intelligente però la scelta di confermare anche per la stagione autunnale di O anche no le new entry estive Mario Acampa, che ha intervistato Gabriele Mainetti e gli attori del film Freaks out, e Riccardo Cresci, che a Venezia ha invece incontrato la regista del film La ragazza ha volato. I due nuovi volti maschili aiutano a svincolare maggiormente il programma dalla presenza talvolta ingombrante di Paola Severini Melograni, che resta comunque un punto di riferimento non solo per la trasmissione, ma anche per il racconto del sociale in Rai.

Apprezzabile anche la scelta di partire da tre film presentati alla Mostra del Cinema, che offrono così al programma una nuova prospettiva sul racconto della disabilità e più in generale della diversità. Una veduta talvolta laterale, che tocca trasversalmente anche altre tematiche, come ad esempio la musica , di cui si parla nella chiacchierata con Giorgio Verdelli, regista del film documentario su Ezio Bosso (Ezio Bosso – Le cose che restano).

Con ulteriori correttivi e con un’impaginazione più agile e fresca, O anche no, dopo alcuni anni, meriterebbe però sicuramente una collocazione in palinsesto migliore, non schiacciato fra la seconda e la quarta serata rappresentata attualmente dal simulcast con Rai Radio 2 con la trasmissione I lunatici.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews