giovedì, Settembre 23, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutail mercato si trova in una bolla

il mercato si trova in una bolla

Il governo cinese ha denunciato pubblicamente l’eccessiva valutazione del mercato degli NFT, nonostante due delle principali aziende tecnologiche cinesi stiano perseguendo questa tecnologia.

La notizia è stata inizialmente resa nota dal Securities Times — un servizio che funge da portavoce per il People’s Daily, il giornale ufficiale del Partito Comunista Cinese — e successivamente riportata dal South Morning China Post.

“Tutti sanno che attualmente il mercato degli NFT si trova in una bolla”, affermano le dichiarazioni. Il governo ha inoltre sottolineato che gli utenti acquisiscono gli NFT per motivazioni legate esclusivamente alla speculazione e al prezzo dell’asset, piuttosto che apprezzare le effettive qualità visive del pezzo.

Wang Junhui, reporter del South Morning China Post, scrive:

“Una volta che l’entusiasmo del mercato diminuirà e l’euforia si calmerà, il valore di molti NFT diminuirà notevolmente.”

A giugno, il People’s Daily aveva pubblicato un articolo nel quale affermava che il mercato degli NFT “può essere esaltato e portare al caos, mentre la decentralizzazione presenta rischi legati alla sicurezza.”

All’inizio di quest’anno, il governo cinese ha assestato un duro colpo alle operazioni di mining nel territorio, costringendo le aziende operanti in questo settore a trasferire le proprie attività all’estero.

Ad ogni modo, due delle principali aziende tecnologiche in Cina, Tencent e Alibaba, hanno condotto numerose iniziative di ricerca e sviluppo incentrate sugli NFT, e oggigiorno partecipano attivamente nel settore.

Lo scorso mese infatti Tencent ha lanciato la sua piattaforma dedicata al trading di NFT, Huanhe, con l’obiettivo di integrare questi token nel suo servizio di streaming musicale, QQ Music.

Allo stesso modo Ant Group, partner fintech di Alibaba, ha recentemente messo in vendita due immagini NFT all’interno della sua app di pagamenti Alipay.

Nonostante ciò, le attività dei sostenitori cinesi degli NFT rimangono limitate: ad esempio, le transazioni possono essere condotte soltanto utilizzando la valuta fiat, il renminbi. Inoltre, gli NFT non possono essere rivenduti una volta acquistati in quanto ciò costituirebbe una violazione delle leggi finanziarie.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews