lunedì, Ottobre 25, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturaAnnie e la brutalità dell'aborto clandestino

Annie e la brutalità dell’aborto clandestino

La diciottenne che abbiamo seguito con trepidazione in Memoria di ragazza, Annie, cinque anni più tardi affronta un’esperienza che vorremmo si potesse leggere solo nei libri: l’aborto clandestino. Alla fine del 2019, invece, ci sono Paesi che non hanno una legge sull’interruzione volontaria di gravidanza e altri le cui società in regressione mettono sulla graticola provvedimenti faticosamente conquistati.

Anche per questo L’evento, di Annie Ernaux, appena pubblicato in Italia da L’Orma, è un libro importante. Non solo perché è una testimonianza forte, perché dà l’idea della determinazione di una giovane in cui tante si possono riconoscere, perché – a dispetto dell’ambiente retrivo in cui vive – la protagonista alza lo sguardo e non si arrende a un destino che non vuole, ma perché è un monito. Un monito a non dare nulla per scontato, a non abbassare la guardia (come diceva Tina Anselmi, primo ministro donna della Repubblica italiana nel ’76, le conquiste non sono perenni per il solo fatto di averle raggiunte, vanno sorvegliate e difese).

Loading…

Ernaux – nella traduzione di Lorenzo Flabbi che ormai è quasi un secondo Ernaux, dopo aver tradotto tanti libri ed essere entrato nell’anima della scrittrice – racconta “l’evento” nel modo in cui ci ha abituati con gli altri suoi lavori: parole scabre, essenziali, che non concedono nulla né a se stessa né al lettore in cerca di consolazione. È questo (o meglio anche questo), che porta all’identificazione con la ragazza e il suo dramma. Che fa entrare chi legge nel flusso della quotidianità di Annie: ci si preoccupa con lei, ci si sente smarriti e impotenti come lei, si vivono momenti di disperazione. Si prova la sua paura.

È il 1963. Lo stesso anno in cui le donne italiane vincono una piccola grande battaglia: ottengono l’accesso alla magistratura (ma come, viene da dire oggi con sconcerto, era loro precluso un concorso pubblico?). Annie vive a Rouen, studia Lettere all’Università. Le sue giornate sono scandite dalle lezioni, dai momenti con le compagne del pensionato, il caffè alla Faluche – il bar degli studenti -, la biblioteca; si vede con P. (lui sta a Bordeaux, è uno concentrato su di sé, gli premono gli esami e il proprio futuro). I fine settimana va a trovare i genitori. Ci sono il cinema, i libri, il diario su cui annota qualche frase o parola chiave.

Scopri di più
Scopri di più

A sconvolgere questo tran tran, in ottobre, arriva il ritardo del ciclo. Un ritardo sempre più angosciante, che la induce ad andare da un ginecologo, il dottor N. Da qui inizia un crescendo di ansia, solitudine (il potenziale padre non contempla di dover/poter essere coinvolto), urgenza di affrontare il problema mentre il tempo passa. Una soluzione normale per chi, come lei, non vuole tenere il bambino, non esiste. La meschinità del medico, che lascia intendere implicitamente l’illegalità della sua richiesta, fa capire ad Annie di dover agire diversamente andando alla ricerca di una mammana. La trova, ma deve trovare anche 400 franchi, il prezzo per la sonda che la donna le infilerà nell’utero, tra le sue grida laceranti. «Su piccina, la smetta di urlare, devo pur fare il mio lavoro».

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews