lunedì, Novembre 29, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaTransazioni in Bitcoin 'comparabili al baratto', afferma il governatore della Banca del...

Transazioni in Bitcoin ‘comparabili al baratto’, afferma il governatore della Banca del Messico

Il governatore della Banca del Messico, Alejandro Díaz de León, ha respinto l’idea che Bitcoin (BTC) possa mai diventare una valuta a corso legale nel Paese, citando la volatilità dei prezzi come un enorme ostacolo verso l’adozione a tale scopo.

In una recente intervista con Reuters, il governatore Díaz de León ha dichiarato che la posizione di Bitcoin nel sistema finanziario odierno è più comparabile a quella dei metalli preziosi che al denaro fiat distribuito dalle banche centrali.

In netto contrasto con l’adozione di Bitcoin da parte di El Salvador, il cui governo ha imposto ai commercianti locali di accettare pagamenti in BTC, Díaz de León non pensa che la criptovaluta sia utilizzabile come valuta a corso legale:

“Quando qualcuno riceve Bitcoin in cambio di un bene o servizio, riteniamo che la transazione sia comparabile al baratto, perché quella persona ha scambiato un bene per un altro bene, non denaro per un bene.”

Díaz de León ha anche evidenziato il rischio intrinseco rappresentato dall’estrema volatilità delle criptovalute: una caratteristica sfruttata a proprio vantaggio dal governo salvadoregno che, dopo aver ufficialmente riconosciuto Bitcoin come moneta a corso legale, ha investito 10 milioni di dollari nell’asset proprio durante il recente dip.

Il governatore della banca centrale del Messico ha sottolineato la necessità che la valuta sia stabile in termini sia di valore che di esecuzione dei pagamenti:

“Le persone non vogliono che il loro potere d’acquisto, il loro stipendio, possa salire e scendere del 10% da un giorno all’altro. Non vuoi questo genere di volatilità per il potere d’acquisto. In tal senso, non è una buona riserva di valore.”

Correlato: Il Messico potrebbe non seguire l’esempio di El Salvador su Bitcoin… per ora

Le autorità messicane hanno di recente emesso un avvertimento contro le istituzioni finanziarie del Paese, ricordando che non possono per legge gestire criptovalute.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews