domenica, Novembre 28, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturaLe attività all'aperto riducono il rischio di miopia nei bambini

Le attività all’aperto riducono il rischio di miopia nei bambini

La miopia è un problema che riguarda sempre più bambini in tutto il mondo, ma la buona notizia è che permettere ai figli di svolgere più attività all’aperto può ridurre il rischio. Da alcune settimane gli esperti hanno diffuso la notizia che, durante questi anni di pandemia, lockdown e restrizioni, si è registrato un anomalo incremento dei casi di miopia nei bambini. In realtà si tratta di una conseguenza che, a ben guardare, potremmo definire “prevedibile”.

La maggiore permanenza in casa e, più in generale, in ambienti chiusi, unita al maggior tempo trascorso di fronte allo schermo del Pc o di fronte a televisione, smartphone e videogame, ha messo a dura prova la salute degli occhi non solo dei nostri figli, ma anche di noi adulti.

Attività all’aperto contro la miopia nei bambini

A tornare sull’argomento sono gli autori di uno studio inglese condotto presso la London School of Hygiene and Tropical Medicine.

Gli esperti hanno confermato l’esistenza di un legame fra attività svolte “al chiuso” e un maggior rischio di soffrire di miopia. Al contrario, i bambini che svolgono attività all’aria aperta godono in media di una vista migliore. Il nuovo studio è stato condotto su un campione di 4000 individui, e rivela che una maggiore esposizione ai raggi solari UVB è associata a un minor rischio di miopia.

Il nuovo lavoro però rivela anche che un elevato livello di istruzione è collegato a un rischio maggiore (raddoppiato) di soffrire di miopia. Ma come affrontare questo problema?

Semplicemente coinvolgendo i nostri bambini in attività all’aperto per almeno quaranta minuti al giorno. Ancor meglio se riuscite a prolungare il tempo trascorso fuori casa di qualche ora.

In questo periodo dell’anno ricorda però di evitare le ore più calde della giornata, e dedica alle attività all’aperto le fasce orarie meno afose, almeno dalle 17.00 del pomeriggio in poi.

via | Ansa
Foto di FotoRieth da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews