lunedì, Novembre 29, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMusicaDiscografia, 2021 di crescita col ritorno del fisico: cd e vinili fanno...

Discografia, 2021 di crescita col ritorno del fisico: cd e vinili fanno il +106%

C’è musica e musica . Almeno se parliamo di comparti produttivi: note piene di pathos per il live che, alle prese con la normativa anti coronavirus, non sa quando tornerà a pieno regime; inno alla gioia per la discografia che chiude il primo semestre del 2021 con un incremento del 34,27% del proprio giro d’affari. Lo rivelano i dati di Fimi, associazione confindustriale di settore, secondo cui i primi sei mesi dell’anno «valgono» 128,6 milioni. Quasi tutto il mercato passa su digitale (più di 100 milioni), lo streaming continua a essere il segmento trainante (97,5 milioni), ma il fisico è tutt’altro che spacciato: le vendite crescono del 106% nel confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente.

Il boom del fisico

È questa la notizia più interessante del report, secondo il quale il fisico insieme raccoglie dagli appassionati di musica 24,1 milioni a fronte degli 11,6 dei primi sei mesi del 2020. Una performance eccezionale in cui giocano un ruolo importante il vinile che cresce del 189,3% e arriva a valere 12,5 milioni, ma anche il cd che avanza del 52,2%. Numeri sui quali comunque occorre fare un ragionamento: il primo semestre 2020 coincide con il periodo del lockdown, con i negozi chiusi mentre sulle piattaforme di e-commerce come Amazon si concentravano soprattutto gli acquisti di beni di prima necessità.

Loading…

Streaming sempre più premium

Per capire che il settore è veramente in salute, bisogna guardare il digitale: lo streaming premium tocca quota 67 milioni (+41%), bene anche lo streaming video che vale 14 milioni (+47,7%), mentre cala (-17,6%) lo streaming gratuito supportato da pubblicità, il cui valore si attesta sui 15 milioni. Scompare dai radar il download (2,6 milioni di giro d’affari, -25,6%). Bene pure le sincronizzazioni pubblicitarie che valgono 4,2 milioni (+11,4%).

L’anno di Colapesce e Dimartino

Se guardiamo alle classifiche, si parla prevalentemente l’italiano con Musica leggerissima di Colapesce e Dimartino singolo più venduto e l’omonimo di Sangiovanni che primeggia tra gli album. Secondo Enzo Mazza, ceo di Fimi, «è proseguito anche nel primo semestre il forte impatto dei servizi premium che vedono sempre più italiani abbonarsi ai servizi digitali: una transizione che sta facendo recuperare al Paese anni di ritardo nell’innovazione».

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews