lunedì, Novembre 29, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroSi dice che la misteriosa isola fantasma abbia ospitato una civiltà avanzata

Si dice che la misteriosa isola fantasma abbia ospitato una civiltà avanzata

Nota per ospitare un culto potente ed enigmatico, la misteriosa isola di Hy-Brasil ha incuriosito avventurieri e storici per secoli, e negli ultimi tempi ha anche catturato l’attenzione dei ricercatori UFO.

Un’isola misteriosa è diventata nota ai marinai europei che hanno attraversato i mari centinaia di anni fa. Si chiamava Hy-Brasil, un luogo che si dice fosse la residenza di una razza avanzata di umanoidi con poteri ultraterreni.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

L’isola appare su varie mappe dal 1325 fino al 1800 e si trova a circa 200 miglia (321 km) al largo della costa occidentale dell’Irlanda.

Hy’Brasil su una mappa redatta nel 1570 (cerchio rosso).

Alcuni marinai si sono sforzati di trovare l’isola, ma a quanto pare è apparsa solo casualmente e le sue coordinate esatte variano per la maggior parte del tempo, sebbene sia stata segnalata nella stessa area dell’Oceano Atlantico settentrionale.

Nel folklore irlandese, si diceva che Hy-Brasil fosse velato da una fitta nebbia, tranne che per un solo giorno ogni sette anni quando diventava visibile, ma era ancora irraggiungibile senza la possibilità di arrampicarsi o volare.

Il suo nome deriva dalla parola “Breasal”, che in dialetto celtico si traduce come “Sommo Re del mondo”. Il primo cartografo a segnalarlo sulla mappa nel 1325 fu il cartografo genovese Angelino Dulcert. Usò il termine “Bracile”, ma più avanti, nel 1375, l’Atlante catalano si riferiva all’isola come “Illa de brasil” e la illustrava come due isole distinte.

Continuò ad abbondare del suo mistero quando, nel 1436, apparve nella mappa veneziana del cartografo Andrea Bianco come ‘Sola De Brasil’. L’isola era di nuovo presente nel 1595 sulla mappa di Ortelius dell’Europa e di Europa Mercator, e anche su diverse altre carte negli anni successivi, sebbene la sua ubicazione differisse leggermente.

Incuriositi da ciò che potevano trovare una volta raggiunto Hy-Brasil, i marinai hanno viaggiato numerosi verso la sua presunta posizione. I documenti parlano di John Jay Jr. che partì da Bristol, in Inghilterra, nel 1480, e aveva trascorso due settimane in mare prima di tornare con le sue speranze infrante. Nel 1481 fu la volta di Trinity e George che partirono con due navi dalla stessa località in Inghilterra, per poi tornare a mani vuote come il loro predecessore.

Una mappa catalana disegnata nel 1375 con Hy’Brasil

Tuttavia, non tutti i viaggiatori di Bristol furono sfortunati, poiché uno dei documenti ricorda il diplomatico spagnolo Pedro de Ayala che raccontò ai Re Cattolici di Spagna di John Cobot (primo europeo a visitare il Nord America dopo i Vichinghi) e il suo tentativo riuscito di trovare il famigerato isola.

Un altro fortunato marinaio fu il capitano di mare scozzese, John Nesbet, che si imbatté in Hy-Brasil mentre viaggiava dalla Francia all’Irlanda nell’anno 1674. Dopo aver visto l’illustre isola, si dice che abbia inviato un equipaggio di quattro uomini sulle sue coste. I marinai avrebbero trascorso un’intera giornata sull’isola.

Secondo il racconto del capitano, l’equipaggio ha incontrato un uomo anziano che ha offerto loro oro e argento. Le ciliegie in cima alla torta che hanno abbagliato i marinai erano i grandi conigli neri e il misterioso mago incontrato lì. Si diceva che risiedessero all’interno di una massiccia fortificazione in pietra.

Sebbene la storia fosse probabilmente difficile da digerire anche dalle persone che vivevano in quei tempi, ci fu una seconda spedizione guidata da Alexander Johnson che ebbe luogo all’incirca nello stesso periodo e conferma la testimonianza di Nisbet.

Nulla viene menzionato sulla bizzarra isola fino al 1872, quando Robert O’Flaherty e TJ Westropp affermarono di averci messo piede una volta. In effetti, Westropp ha menzionato la sua visita a Hy-Brasil in altre tre occasioni. In modo che la gente credesse alle sue affermazioni, ha portato lì tutta la sua famiglia per assistere con i propri occhi all’isola sconcertante.

Una rappresentazione artistica di come poteva essere Hy-Brasil. Credito: OtakuD50

Hy-Brasil appare in numerosi miti e su varie mappe, quindi è probabile che almeno un granello di verità risieda in fondo a questa storia. Alcuni dicono che l’isola sia la dimora degli dei irlandesi, altri credevano che fosse abitata da una civiltà avanzata. Sebbene nessun documento moderno ricordi Hy-Brasil, né appaia sulle carte nautiche, c’è un evento nella storia recente che vi fa riferimento diretto.

In quello che è noto come “l’incidente di Roswell in Gran Bretagna”, un ufficiale militare ha ricevuto le coordinate di Hy-Brasil nel modo più singolare.

Dopo che un bizzarro velivolo è stato visto fuori da una base militare statunitense nella foresta di Rendlesham, nel Regno Unito, in prossimità di un impianto nucleare, il sergente Jim Pennistone ha continuato a indagare e ha effettivamente scoperto un disco volante. Dopo averlo toccato, gli è stato impresso nella mente un messaggio telepatico composto da 16 pagine di codice binario.

Dopo che Penniston ebbe tradotto il codice negli anni successivi, trovò varie coordinate che inviavano a luoghi iconici come la Piramide di Giza e le Linee di Nazca.

La cosa più singolare è che la parte superiore e inferiore della trascrizione iniziavano con le coordinate di Hy-Brasil, o almeno del luogo comunemente indicato dai marinai di tutte le epoche. Anche un anno di origine inspiegabile dell’8100 faceva parte del messaggio decodificato.

Esistono vari grafici che rivelano il misterioso Hy-Brasil, ma poiché non sono state trovate prove recenti della sua esistenza, gli storici tradizionali si riferiscono al caso come a un’identità o posizione errata.

Altri cartografi appassionati alludono al fatto che Hy-Brasil avrebbe potuto essere la cosiddetta Porcupine Bank, un’isola scoperta nel 1862 che si fece notare solo quando le maree erano estremamente basse. Alcuni storici suggeriscono alla fine dell’ultima era glaciale, quando il livello del mare in tutto il mondo era molto più basso.

In questo caso, è possibile che Hy-Brasil fosse un ricordo di un luogo mitico reale che è sopravvissuto alla prova del tempo attraverso coloro che lo hanno vividamente ricordato, una generazione dopo l’altra.

In ogni caso, il puzzle di questa favolosa isola incuriosirà ulteriormente coloro che cercano di saperne di più sul nostro antico passato, perché potrebbe essere un promemoria di una versione storica alternativa del mondo in cui viviamo.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews