sabato, Settembre 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaPaesi che rappresentano oltre il 90% del PIL globale stanno considerando le...

Paesi che rappresentano oltre il 90% del PIL globale stanno considerando le CBDC

Lo studio per comprendere le opportunità e le sfide delle CBDC è in corso in 81 paesi, e cinque di queste nazioni hanno già adottato una versione digitale della loro valuta fiat: lo rivela il nuovo “CBDC tracker” realizzato dall’Atlantic Council.

La regione caraibica è la patria di tutte e cinque le CBDC attualmente in uso: Bahamas, Saint Kitts e Nevis, Antigua e Barbuda, Santa Lucia e Grenada hanno già implementato i loro sistemi di contante digitale. Il tracker mostra che le CBDC sono in fase di testing in altri 14 paesi, tra cui Corea del Sud e Svezia.

Fondato nel 1961, l’Atlantic Council si definisce un’organizzazione indipendente che cerca di promuovere la leadership degli Stati Uniti su varie questioni mondiali. Il CBDC tracker, presentato la scorsa settimana, attualmente monitora 83 paesi ed unioni monetarie.

Tra i paesi con le quattro maggiori banche centrali — Federal Reserve degli Stati Uniti, Banca Centrale Europea, Bank of Japan e Bank of England — gli Stati Uniti sono i più indietro in termini di sviluppo della propria CBDC.

La Federal Reserve sta effettuando ricerche sulle CBDC da ormai diversi anni. A gennaio, il presidente Jerome Powell ha indicato che lo sviluppo del dollaro digitale è una “priorità molto alta” per combattere il crimine finanziario. Al tempo stesso John Williams, presidente della Fed Bank di New York, ritiene che l’emergere delle criptovalute sollevi domande impegnative per le banche centrali.

con il presidente Jerome Powell che a gennaio, ha indicato che lo sviluppo del dollaro digitale è una “priorità molto alta” per combattere il crimine finanziario. Nel frattempo, il presidente della Fed Bank di New York, John Williams, ritiene che l’emergere delle criptovalute sollevi questioni impegnative per le banche centrali.

La Cina ha recentemente indicato che i visitatori stranieri potranno utilizzare lo yuan digitale durante le Olimpiadi invernali del 2022, a condizione che condividano le informazioni del loro passaporto con la banca centrale. Un gruppo di senatori degli Stati Uniti, che include la sostenitrice di Bitcoin (BTC) Cynthia Lummis, ha esortato gli atleti olimpici americani a boicottare lo yuan digitale. Secondo il South China Morning Post, Pechino ha risposto dicendo ai senatori statunitensi di “smetterla di creare problemi”.

La Banca Popolare Cinese afferma che quasi 21 milioni di persone hanno già aperto un portafoglio virtuale con lo scopo di utilizzare lo yuan digitale.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews