sabato, Settembre 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeScienzaVia Lattea: sorprese dal centro galattico

Via Lattea: sorprese dal centro galattico

È stato sufficiente unire la capacità di ascolto di due tra i più potenti radiotelescopi al mondo per scandagliare la nostra galassia, la Via Lattea, per trovare sorprese davvero inaspettate. Il lavoro è stato condotto da un nutrito team internazionale di ricercatori che hanno utilizzato il Karl G. Jansky Very Large Array (VLA, Nuovo Messico, USA) e l’Effelsberg Radio Telescope (Germania) con lo scopo di creare la mappa più precisa delle radiazioni radio emesse dal piano galattico settentrionale, con una risoluzione paragonabile a quella che si avrebbe vedendo una pallina da tennis da un aereo in volo.
 
Il VLA è un interferometro che combina i segnali provenienti dalle sue diverse antenne a parabola così da creare immagini ad altissima risoluzione, ma non è in grado di rilevare oggetti su larga scala. Ed è qui che entra in gioco il radiotelescopio tedesco, l’Effelsberg, il quale con la sua antenna da 100 metri di diametro fornisce un quadro su ampia scala dando così vita ad una mappa finale più completa.

Supernove e stelle in formazione nella Via Lattea.

Supernove e stelle in formazione nella Via Lattea.
© GLOSTAR Team

Stelle morte e stelle nasciture. La ricerca ha trovato 80 nuovi resti di esplosioni di supernove (ciò che rimane dopo la fase esplosiva di stelle molto massicce). Nell’area di cielo studiata nell’ambito del progetto GLOSTAR (Global View on Star formation in the Milky Way) si era già raddoppiato il numero di resti di supernove trovate rispetto a quanto si conosceva, e questo utilizzando solo il VLA. Con l’Effelsberg il numero è ancora in aumento. Ma studiare la Via Lattea con i radiotelescopi significa anche rivelare e studiare le regioni che sono avvolte dalla polvere in cui si formano le giovani stelle, cosa impossibile con i telescopi che osservano in luce visibile. Questa, infatti, viene assorbita dalla polvere che avvolge e pervade la nostra galassia e così molte giovani stelle risultano invisibili e passano inosservate.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews