lunedì, Settembre 20, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipHarry, che «ha il complesso del principe Andrea» (ossia essere ignorato)

Harry, che «ha il complesso del principe Andrea» (ossia essere ignorato)

«Arriverà il giorno in cui diventerò noioso e il pubblico sarà più interessato alla vicende di mio nipote George». Era il 2016 e il principe Harry, seppur con il sorriso in volto, si faceva scappare questa frase alla vigilia degli Invictus Games. Il senso era: «Ricopro un ruolo privilegiato e lo userò per aiutare la gente, finché potrò». Come se sentisse che quella posizione così in vista, avesse una sorta di «scadenza».

Parole rilasciate al Sunday Times, che oggi – ad oltre cinque anni di distanza – le riporta sotto ai riflettori per analizzare la frattura che si è creata tra il duca di Sussex e il resto della royal family. «Ha il complesso del principe Andrea», scrive il celebre giornale britannico. «Significa che ha paura di essere ignorato perché l’attenzione – come accade in tutte le monarchie – si concentrerà sugli eredi al trono».

Alcuni esperti l’hanno recentemente etichettata «la sindrome della ruota di scorta», ossia di chi piano piano scivola indietro nella linea di successione alla corona. È il caso sia di Andrea, terzogenito della regina Elisabetta (ma secondo maschio dopo Carlo, ndr), sia di Harry, che era appunto terzo nell’ordine ereditario (dietro al fratello e al papà) e oggi è sesto (scivolato alle spalle di George, Charlotte e Louis).

D’altronde è risaputo che i futuri monarchi ricevano un’educazione diversa rispetto ai fratelli, come previsto dal protocollo. «Harry ha sempre avuto tanta fretta di lasciare il segno, di fare qualcosa di impattante, perché è convinto che prima o poi il pubblico sarà più interessato alle vicende di baby George», ha detto un insider al Sunday Times. «È quindi preoccupato di trasformarsi in suo zio Andrea».

«Non c’è niente di peggio che attraversare un periodo della vita in cui riesci a fare la differenza, poi all’improvviso tutto finisce», ha detto il principe quando aveva 31 anni. «Ossia che continui a voler fare la differenza, ma nessuno ti ascolta». È impossibile stabilire se questi sentimenti abbiano orientato l’agire recente di Harry, certo è che – tra interviste e biografie – negli ultimi mesi sta facendo parlare di sé.

LEGGI ANCHE

È la principessa Anna la più grande «nemica» di Harry e Meghan?

LEGGI ANCHE

Harry, i «libri bomba» saranno quattro

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews