sabato, Settembre 25, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroGli astronomi hanno scoperto una gigantesca "mano fantasma" nello spazio

Gli astronomi hanno scoperto una gigantesca “mano fantasma” nello spazio

La gigantesca “mano fantasma” è stata creata a seguito della morte di una stella massiccia a causa dell’esplosione di una supernova. Si estende attraverso le profondità dello spazio esterno.

La mano ha dita sottili e lunghe, che sembrano premute contro una nuvola luminosa. Le foto sono state scattate dall’Osservatorio a raggi X Chandra Space, riporta “Space”.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Finora si sa poco di questo fenomeno. La cosiddetta “mano” si è formata quando una supernova ha fatto a pezzi una stella massiccia. L’esplosione ha lasciato un “cadavere” stellare superdenso, la cosiddetta pulsar.

Qualcosa come una bolla di particelle energetiche si è formata attorno alla pulsar. Questa struttura, insieme ai detriti della stella, ha preso la forma di una mano umana, che si estende per 150 anni luce. La foto mostra come l'”arto spaziale” sta raggiungendo la nuvola di gas RCW 89.

Il resto del braccio della supernova è stato chiamato MSH 15-52. Si trova a 17 mila anni luce dalla Terra. Gli astronomi hanno calcolato il tempo dopo il quale la luce dell’esplosione ha raggiunto il nostro pianeta. Secondo i loro calcoli, questo è avvenuto circa 1700 anni fa, quando la stella progenitrice ha esaurito il carburante per supportare la fusione, facendo esplodere il suo materiale esterno nello spazio e facendo collassare il suo nucleo.

L’onda d’urto che parte dalla punta delle dita della mano si muove a una velocità di 14,5 milioni di km/h. La sostanza al centro del palmo si muove ancora più velocemente di 17,7 milioni di km/h.

Chandra osserva il cosmo alla luce dei raggi X da più di due decenni. Il telescopio è stato lanciato nell’orbita terrestre a bordo della navetta spaziale Columbia nel luglio 1999.

Chandra è uno dei quattro “Grandi Osservatori” della NASA lanciati tra il 1990 e il 2003.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews