sabato, Settembre 25, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipDopo il decreto sul Green Pass si impennano le prenotazioni per il...

Dopo il decreto sul Green Pass si impennano le prenotazioni per il vaccino: 20 % in più

Sono 250mila le nuove prenotazione per il vaccino solo nella giornata di ieri, con un aumento del 20% in più rispetto al giorno precedente. L’ annuncio dell’obbligatorietà del green pass dal 6 agosto per accedere a diverse attività (dal ristorante alla piscina al cinema) ha convinto molti indecisi con impennate sulle piattaforme regionali di prenotazione a volte strabilianti. «Abbiamo registrato un incremento delle prenotazioni che va dal 15% al 200% a seconda delle regioni»,ha dichiarato il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo. «In Friuli Venezia Giulia siamo al 6.000%».

Dalle 55mila nuove prenotazioni in Lazio (dieci volte oltre la media della settimana precedente) alle 49mila della Lombardia in sole 24 ore, l’obiettivo del governo di spingere i cittadini alla vaccinazione sembra raggiunto. Il decreto firmato ieri dal Presidente Draghi, oltre a prorogare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021, e a cambiare i parametri per l’attribuzione dei colori alle regioni (se prima erano Rt e Incidenza, ora sarà il tasso di ospedalizzazione), ha reso obbligatorio il green pass per l’accesso a diverse attività ponendo così molti limiti a chi non vuol sentir parlare di vaccinazione.

LE REGOLE DEL GREEN PASS
Dal 6 agosto, per tutti i cittadini che hanno più di 12 anni, per accedere a ristoranti e bar al chiuso, per assistere agli spettacoli al cinema e a teatro, per partecipare a eventi e competizioni sportive, per le piscine e le palestre al chiuso, ma anche per partecipare a fiere, sagre, convegni e per visitare i musei, sarà necessario il green pass. Che sarà rilasciato dopo la prima dose di vaccino (e varrà 9 mesi) o la guarigione dall’infezione (6 mesi). In alternativa, si potrà esibire il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido (con validità 48 ore).

LA CAMPAGNA VACCINALE
Le nuove regole insistono sulla necessità della vaccinazione per tutti provando a convincere gli indecisi per provare a raggiungere l’immunità collettiva a fine settembre, quando dovrebbero aver ricevuto la seconda dose almeno 43,4 milioni di italiani, ovvero l’80% dei vaccinabili, dai 12 anni in su. Ad oggi il numero dei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale è di quasi 29 milioni e mezzo, circa il 54 % della popolazione over 12. Mancano completamente dal radar 8,5 milioni di italiani, no vax, diffidenti o che semplicemente per motivi organizzativi non si sono ancora registrati.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews