lunedì, Settembre 20, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipSimone Biles difende Vanessa Ferrari dagli haters

Simone Biles difende Vanessa Ferrari dagli haters

Carinerie tra colleghe, alla faccia degli Haters. E nel segno del rispetto su cui poggiano i cinque cerchi olimpici. Dunque: Vanessa Ferrari viene insultata sui social (manco per colpa sua: è uno scambio di persona), Simone Biles la difende. Esercizi di ginnastica verbale, in attesa delle gare. Un polverone, scatenato da una vecchia storia ormai dimenticata. E’ il pedaggio obbligato alle Olimpiadi più social di sempre, i Giochi senza spettatori ma con un pubblico planetario, pronto a scatenarsi facendo rullare le dita sullo smartphone.

La storia è questa: succede che i fanti Simone Biles – la ginnasta statunitense campionessa olimpica ai Giochi di Rio 2016 e cinque volte campionessa del mondo all-around – si scatenino contro l’azzurra Vanessa Ferrari, attribuendole una frase razzista mai pronunciata né tritata.

Insulti, minacce, tutto il peggio immaginabile. La frase è questa: «La prossima volta io e Vanessa per vincere dovremmo tingerci la faccia di nero». La disse – indirizzata alla Biles – una ginnasta italiana, Carlotta Ferlito, azzurra pure lei, nel 2013, dopo la finale alla trave dei Mondiali di Anversa. La Ferlito era livida di rabbia: era finita quarta (quinta invece la Ferrari) alle spalle della vincitrice, appunto l’americana Biles. Caso chiuso, il tempo aveva cancellato tutto.

Il vecchio commento – chissà come – è tornato a galla nel mare mosso dei social e Vanessa Ferrari – scambiata per la compagna – ha dovuto difendersi dallo shitstorm. Tanto da dovere intervenire e spiegare la situazione con un tweet: «State facendo confusione, questa è un’accusa falsa. Non sono io che ho detto quella frase, è stata una mia compagna tanti anni fa. Prima di accusare qualcuno, pensateci». Tutto già visto, purtroppo. Ma a questo punto è intervenuta anche Simone Bles.

Che ha teso virtualmente una mano alla collega. La fuoriclasse americana ha chiesto scusa alla Ferrari, proponendo anche un incontro di pace. «Spero di incontrarti in pedana e chiederti scusa ufficialmente per quello che hai dovuto subire. Nel frattempo in bocca al lupo a te a team Italy!». «Grazie Simone», scrive Vanessa su Twitter con un cuore come emoticon. Il corto circuito forse è finito. E tutti vissero felici e contenti. In attesa del prossimo tweet.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews