domenica, Ottobre 17, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroStorie su quando gli alieni hanno guarito le persone

Storie su quando gli alieni hanno guarito le persone

Nel corso degli anni, ci sono state molte storie di extraterrestri/esseri alieni che guarivano gli umani afflitti. Molti di questi resoconti sono difficili da comprendere, ma ce ne sono alcuni che fanno sorgere dubbi sull’autenticità dell’affermazione.

Riparazione del cuore

Il 7 agosto 1989, l’agente immobiliare Katharina Wilson o Portland, nell’Oregon, fu ferita da un fulmine nelle vicinanze mentre si trovava a Pensacola, in Florida. Sapeva di essere stata ferita dallo sciopero, ma ha deciso di aspettare fino al mattino nella speranza che le sue condizioni migliorassero.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Quella notte, Katharina fu portata a bordo di un UFO. Si è svegliata e si è ritrovata distesa su un tavolo, affetta da atroci dolori al petto. Mentre Katharina osservava da uno stato dissociato, gli alieni di tipo grigio le tagliarono un quadrato nel petto e attaccarono un meccanismo nero con diverse estensioni al foro nel suo petto.

Quando il dolore divenne particolarmente intenso, gli alieni le dissero telepaticamente: “Stiamo riparando il tuo cuore. Adesso starai bene”.

La mattina dopo, Katharina si è svegliata con il petto dolorante, ma per il resto era sana. Come dice, “La prima cosa che ho fatto quando mi sono alzata dal letto è stata cercare una cicatrice di un taglio quadrato nel mio petto. non ho trovato niente. Nessun sangue sulle mie lenzuola e nessuna cicatrice.

Rapimento alieno

“Il mio petto era dolorante per tutto il giorno, ma non era così dolorante come mi sarei aspettato che dopo un’operazione così radicale.

“Credo che questa macchina che avevano sul mio udito stava riallineando gli impulsi elettrochimici nel mio cuore perché erano stati alterati dal fulmine… in qualche modo credevo che gli alieni stessero riparando il danno che l’alta tensione del fulmine aveva fatto al mio cuore.”

Katharina riferisce di aver subito un gran numero di operazioni per mano di alieni. Come dice lei, “Mi hanno operato molte, molte volte!

“È stato scioccante ricordare le diverse volte in cui gli alieni mi avevano operato… Cosa potevano farmi gli alieni che richiedessero un intervento chirurgico così spesso? Non era la prima volta che sentivo di poter far parte di un grande esperimento”.

morso di alligatore

Il 3 settembre 1965, due agenti di polizia, il vice di pattuglia Robert W. Goode e il vice capo Billy McCoy stavano guidando lungo la Highway 36 South a Damon, in Texas. I due agenti stavano tornando da una partita di football del liceo.

Il vice Goode soffriva di un doloroso, anche se lieve infortunio. Era stato morso all’indice sinistro dal cucciolo di coccodrillo di suo figlio. Il dito era rosso e gonfio.

Improvvisamente, il vice capo McCoy ha visto strane luci sorgere dal lato destro della strada. Ha tirato fuori dalla strada l’auto di pattuglia e ha indicato le luci al vicesceriffo Goode. Quando Goode guardò, anche lui vide le luci. A questo punto le luci si sono spostate verso gli agenti di polizia.

Non sono stati in grado di vedere alcun dettaglio finché le luci non sono state molto vicine. L’oggetto si avvicinò e illuminò gli agenti con un raggio di luce. Come dice McCoy, “L’interno dell’auto era illuminato dalla luce intensa”.

Il braccio sinistro di Goode con il dito ferito era appeso fuori dalla finestra quando il raggio ha colpito. Come dice Goode, “Potevo sentire il calore della luce. Siamo usciti da lì».

Fu poco dopo aver lasciato l’area che Goode notò che il suo dito non pulsava più per il dolore. Come dice, “Mi sono reso conto all’improvviso che non mi dava fastidio e ho tolto la benda. Diavolo, non si poteva dire che fossi mai stato morso”.

McCoy ha verificato la storia di Goode, dicendo: “Il gonfiore era scomparso e il dito sembrava molto meglio”.

Donna incinta guarita dalla leucemia

Una felicissima futura mamma di Berlino, in Germania, dice che gli alieni l’hanno portata a bordo di un’astronave e l’hanno curata dalla leucemia!

“Hanno salvato la mia vita e quella di mio figlio”, dice Greta Brandt, che all’epoca aveva 34 anni.

“I miei medici hanno detto che eravamo condannati e non c’era niente che potessero fare per noi.

“Ma quegli strani uomini sapevano esattamente cosa fare. Hanno usato ogni sorta di strane luci e strumenti per curarmi dalla leucemia killer”.

Il dottor Frans Wenderoth, l’ostetrico della donna, ha confermato che ha sviluppato la leucemia, ma miracolosamente non mostra più alcun segno di avere la malattia terminale.

Il dottore ha rifiutato di discutere il suo presunto incontro con gli extraterrestri, ma ha ammesso che “deve essere successo qualcosa di miracoloso per averle dato questa cura”.

La stessa signora Brandt insiste sul fatto che è stata rapita da quattro alieni che l’hanno sottoposta a procedure mediche terrificanti ma indolori prima di rilasciarla. Era illesa.

“Ho scoperto di essere incinta e di avere la leucemia lo stesso giorno di dicembre”, ha detto la signora Brandt.

“In effetti, avevo appena deciso di togliermi la vita quando due uomini con il naso e le orecchie lunghi e appuntiti si sono avvicinati a me mentre salivo in macchina.

“Quando mi sono voltato verso di loro mi hanno guardato con penetranti occhi neri e mi hanno fatto cenno di seguirli.

“Volevo resistere ma non potevo. Sembravano avere uno strano potere su di me che non riuscivo a scrollarmi di dosso”.

Ha seguito gli estranei in un terreno libero a diverse miglia da casa sua. Quindi è stata portata a bordo di un UFO a forma di piattino che era “di un colore bluastro pulsante, delle dimensioni di uno scuolabus”.

Una volta dentro, gli alieni l’hanno introdotta in una stanza circolare buia, dove è stata posizionata su un tavolo imbottito e legata con le cinghie.

“Uno di loro ha tirato giù dal soffitto un grosso strumento e una luce e me l’ha puntato in faccia.

“Non ho sentito alcun dolore, ma gli uomini erano così spaventosi che devo essere svenuto”.

Quando una stupita signora Brandt si è svegliata, era seduta nel suo giardino!

Erano passate cinque ore. E l’unica prova che le fosse mai successo qualcosa era un piccolissimo segno di ago nella sua tempia destra, secondo quanto riportato dai giornali.

“Chiunque o qualunque cosa fossero quegli uomini voglio ringraziarli con tutto il cuore”, ha detto la signora Brandt.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews