domenica, Ottobre 17, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossip«Scappato di casa dopo il coming out»

«Scappato di casa dopo il coming out»

Michele (nome di fantasia) ha 26 anni e da due anni si è allontanato dalla sua famiglia. Da quando ha deciso di fare coming out parlando con suo fratello e i loro genitori della sua omosessualità. Voleva dirgli che aveva voglia d’innamorarsi, di smettere di nascondersi. «Ma la loro reazione mi spiazzò» racconta dalle mura della sua stanza all’interno della casa famiglia Refuge. La prima struttura in Italia ad accogliere e proteggere le vittime di omotransfobia.  Da qui, ci chiede di restare anonimo, di non mostrare il suo volto e non utilizzare il suo nome reale.

LEGGI ANCHE

Le Storie Siamo Noi, Raffaele: «Al bullismo rispondo con la gentilezza»

«Pensavo di essere al sicuro in famiglia, invece mi sono trovato davanti a un muro, fatto di silenzio. E con la paura che potesse trasformarsi in violenza». Così Michele ha lasciato tutto quello che fino a quel momento era stato una certezza. Ha riempito uno zaino e dopo aver contattato la Gay Help Line al numero verde nazionale 800 713 713, è salito su un treno. «Oggi parlo poco con la mia famiglia, accade solo via chat, molto di rado. Ho ancora paura».

Refuge, dove Michele ha trovato una nuova casa e una famiglia, è una struttura protetta che permette a chi arriva di non abbandonare il proprio percorso. Continuare gli studi, lavorare, avere un sostegno psicologico. «Lavoriamo molto anche sulla mediazione con la famiglia. Per affrontare il problema laddove si è creato quindi nel pregiudizio che ha spinto le persone ad allontanare questi ragazzi», spiega Alessandra Rossi, coordinatrice Gay Help Line. Oggi Michele continua gli studi universitari e lavora. «Desidero laurearmi presto per realizzarmi professionalmente. Nel futuro immagino una persona accanto a me. Una storia d’amore».

Potete scriverci la vostra storia via Whatsapp qui: +393472156843

LEGGI ANCHE

Le Storie Siamo Noi, Loredana: «Fateci abbracciare il bimbo che abbiamo adottato»

LEGGI ANCHE

Le Storie Siamo Noi, due papà:«I nostri figli senza diritti»

LEGGI ANCHE

Le Storie Siamo Noi, Matteo: «Basta morti sul lavoro»

LEGGI ANCHE

Le Storie Siamo Noi, Chiara: «Perché una donna single non può essere madre?»

LEGGI ANCHE

Le Storie Siamo Noi, Albana: «Umiliata perché ho sposato un ex prete»

LEGGI ANCHE

Le Storie Siamo Noi, Silvia ed Elisa: «Distrutte dal mobbing perché ci amiamo»

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews