sabato, Settembre 25, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturauomini bocciati in materia di prevenzione

uomini bocciati in materia di prevenzione

Melanoma: uomini bocciati in materia di prevenzione

In materia di prevenzione del melanoma, gli uomini italiani hanno ancora molto da imparare. Lo ha da poco reso noto un gruppo di esperti che ha preso parte al webinar ‘Mela Talk Connected‘, un progetto nazionale che offre consigli per prevenire il melanoma e numerose informazioni utili sulla malattia. Secondo i dati raccolti, dal 2015 al 2020 si sarebbe registrato un incremento dei casi di melanoma (del 37% per gli uomini e del 24% per quanto riguarda le donne).

Attualmente sono quasi 170.000 le persone in Italia che hanno ricevuto la diagnosi di questo tipo di tumore. In molti casi purtroppo la malattia si è sviluppata anche a causa di una scarsa prevenzione. Se infatti è vero che le donne mettono spesso in pratica i consigli salva-pelle fondamentali per la loro salute, lo stesso non possiamo affermare per gli uomini.

Melanoma: uomini, è ora di tutelarsi!

Lo spiega Paola Queirolo, direttore Divisione Melanoma, sarcoma e tumori rari all’Istituto europeo di oncologia di Milan. L’esperta ci parla innanzitutto delle differenze fra Nord e Sud per quanto riguarda la diffusione della malattia. Al Centro-Nord infatti sembra che vi sia una maggiore diffusione del melanoma rispetto a quella riscontrata al Sud del nostro Paese:

In Italia le differenze epidemiologiche riscontrate sono in parte riconducibili anche ad una maggiore tendenza da parte delle donne a proteggersi dai raggi solari con prodotti e dispositivi adeguati, a controllare la propria pelle e, in caso di lesione sospetta, a rivolgersi a un dermatologo per un controllo.

Gli esperti lanciano dunque un appello agli uomini e ai giovanissimi, ovvero le categorie che più spesso trascurano le regole di prevenzione del melanoma. Applicare una crema solare (anche in inverno), evitare di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata, e dire no alle lampade abbronzanti potenzialmente dannose, non sono dei gesti complicati da mettere in pratica, ma in molti casi potrebbero salvare la nostra vita!

Via | AdnKronos
Foto di Hans Braxmeier da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews