venerdì, Settembre 24, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieMiami, 5 morti e 156 dispersi nel crollo del condominio. "Non si...

Miami, 5 morti e 156 dispersi nel crollo del condominio. “Non si sentono più rumori”

Non si sentono più rumori sotto le macerie dell’edificio di 12 piani crollato giovedì a Surfside, nei pressi di Miami, mentre il bilancio continua a rimanere fermo a cinque morti e 156 dispersi. “Ieri avevo sentito bussare, c’era un po’ di rumore”, ha spiegato alla Cnn un medico della squadra di soccorso di Miami, Howard Lieberman, “il rumore era proseguito per un po’ ma poi si è dissipato”. Al mattino ai soccorritori che continuano a scavare tra le macerie si è aggiunto personale proveniente da Israele e Messico.

Il sindaco di Miami-Dade, Daniella Levine Cava, afferma che i funzionari di soccorso stanno continuando a cercare e c’è ancora speranza di trovare sopravvissuti tra le macerie più di 24 ore dopo il crollo dell’edificio. Raide Jadallah è un assistente capo dei vigili del fuoco della contea. Dice che le operazioni di soccorso sono proseguite per tutta la notte e 130 vigili del fuoco stanno lavorando sul sito. Gli equipaggi stanno usando cani e microfoni. Il direttore della polizia di Miami-Dade Freddy Ramirez afferma che le autorità stanno lavorando con l’ufficio del medico legale per identificare le vittime.

I soccorritori scavano senza sosta, avvicendandosi ogni 15 minuti per non esporsi troppo alle fiamme che si sono sviluppate fra le macerie e che ostacolano i soccorsi. Fra le famiglie dei dispersi la frustrazione aumenta con il passare delle ore di fronte alla mancanza di risposte sull’accaduto. Le autorità forniscono ai familiari due aggiornamenti al giorno su come procedono le ricerche.

Miami, crolla palazzo di 12 piani: le immagini dall’alto

video “>

video /photo/2021/06/24/778499/778499-thumb-rep-drone_24062021.jpg” width=”316″ height=”178″/>

Tra le vittime ci sono ebrei ortodossi, immigrati sudamericani, pensionati stranieri. Al decimo piano viveva, insieme al marito cileno, una filippino-americana che amava suonare il piano. Un piano sotto c’erano dei nonni cubani. E poi Lady Vanessa Luna Villalba, una bambinaia paraguayana. Così il condominio è diventato simbolo di una tragedia internazionale, con famiglie che in tutto il mondo aspettano di sapere cosa ne è dei loro cari intrappolati tra le macerie. “Non diresti che una cosa così possa succedere qui negli Stati Uniti” dice Sergio Lozano Jr., i cui nonni sono tra i dispersi.

“Sono vicino alla comunità di Surfside che attende ansiosamente mentre le ricerche continuano. Ieri ho parlato con il governatore della Florida Ron DeSantis e gli ho detto che siamo pronti a offrire l’assistenza necessaria”, ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

Argomenti

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews