lunedì, Settembre 27, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieLago Maggiore, padre di famiglia annega dopo aver tentato di salvare un...

Lago Maggiore, padre di famiglia annega dopo aver tentato di salvare un figlio

Stava facendo il bagno con i suoi tre figli nelle acque del lago Maggiore, a Baveno. All’improvviso è sparito sott’acqua. E’ annegato così, davanti alla foce del fiume Selva Spessa, sotto gli occhi della sua famiglia, Felipe Thomazelli, 31 anni, di Stresa. E’ successo a intorno alle 11.30: i soccorritori dei vigili del fuoco e del 118 hanno ritrovato il suo corpo poco dopo le 14 di questo pomeriggio.

I soccorsi sulla riva del lago (da La Stampa Vco) 

Thomazelli, secondo una prima ricostruzione, stava facendo il bagno con i suoi bambini di 8, 11 anni e il terzo più piccolo. Con ogni probabilità si è sentito male all’improvviso ed è sparito sott’acqua. I testimoni raccontano però che l’uomo ha messo in salvo uno di figli in un momento di difficoltà prima di sentirsi male. Un pensionato che si trovava sulla spiaggia è riuscito a raggiungere i bambini e trascinarli a riva uno dopo l’altro con l’aiuto di altri bagnanti. Quando però è tornato in acqua per cercare Felipe lui era sparito, risucchiato verso il fondo.  Sulla spiaggia c’era la moglie di Felipe, Sara, che ha chiesto aiuto a un bagnino della spiaggia vicina, ma ogni tentativo di trovare l’uomo in tempo per salvargli la vita è stata vana. Il corpo è stato trovato solo due ore dopo. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Verbania che ora indagano per ricostruire quello che è accaduto.

Felipe e sua moglie si erano conosciuti in Brasile. Tre anni fa erano arrivati in Italia, a Stresa, sul lago Maggiore. «Una famiglia ben voluta, molto integrata, che si è sempre data un gran da fare», ricorda l’assessore alle politiche sociali del comune di Stresa Carla Gasparro.  Il comune, che si è già detto disponibile a farsi carico dei costi del funerale di Felipe ha anche deciso di lanciare da subito una raccolta fondi per aiutare la famiglia attraverso il conto corrente “Stresa Aiuta Stresa” e indicando come causale per le donazioni “Famiglia di Felipe”. Il padre era l’unico a lavorare in famiglia e ora la moglie e i suoi tre figli hanno bisogno di sostegno. Felipe aveva fatto tanti lavori da quando era arrivato in Italia: due giorni fa un’azienda si era fatta avanti per assumerlo con un contratto stabile ma lui non ha fatto in tempo a scoprire quale fosse la proposta che gli era arrivata tramite gli uffici del Comune.

 

 

 

Argomenti

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews