giovedì, Settembre 16, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieBorse oggi 23 giugno: la Fed tranquillizza i mercati, il Bitcoin recupera

Borse oggi 23 giugno: la Fed tranquillizza i mercati, il Bitcoin recupera

MILANO – Ore 10:15. L’effetto calmante della Federal Reserve tranquillizza i mercati, che si portano in zona rialzo mentre i rendimenti dei Treasury americani si raffreddano. Il presidente della Banca centrale americana è tornato ad assicurare che l’inflazione sarà transitoria e che la pazienza sarà la virtù della Fed, che non ha fretta di alzare il costo del denaro per frenare la corsa dei prezzi. “Non alzeremo i tassi preventivamente perchè temiamo il possibile rialzo dell’inflazione” ha detto Jerome Powell alla Camera Usa.

Le Borse europee partono in cauto rialzo su queste rassicurazioni: Londra avanza dello 0,1%, a Milano l’indice Ftse Mib guadagna lo 0,15% mentre Francoforte sale dello 0,24% e Parigi dello 0,14%. La Borsa di Tokyo ha chiuso piatta questa mattina, dopo il record del Nasdaq della vigilia: l’indice Nikkei arretra dello 0,03% a 28.874 punti. Forte rialzo per Hong Kong, dove si mette in evidenza soprattutto il comparto tecnologico: +1,5%.

L’euro è stabile nei primi scambi sui mercati valutari europei. La moneta unica viene scambiata a 1,1928 dollari da 1,1942 di ieri dopo la chiusura di Wall Street. La valuta europea è invece in rialzo rispetto allo yen, con cui viene scambiata a 132,14 (131,50 la quotazione di ieri della Bce). In recupero il Bitcoin, che ieri era precipitato ben sotto 30 mila dollari bruciando tutti i guadagni messi a segno quest’anno (a metà aprile sfiorava i 65 mila dollari): la regina delle criptovalute, che sta pagando la stretta cinese sul mining, è tornata a respirare risalendo fin quasi a 34 mila dollari. Apertura a 105 punti base stamane per lo spread tra Btp e Bund tedesco, con il rendimento del decennale italiano allo 0,90% sul mercato secondario.

Dall’agenda macroeconomica spiccano gli indici Pmi, quelli che anticipano l’andamento economico grazie alle interviste ai direttori agli acquisti delle aziende. L’indice composito dell’Eurozona – che somma il settore manifatturiero e dei servizi – si porta a 59,2 punti a giugno, al top dal 2006 e ben oltre la soglia di 50 punti che segnala la demarcazione tra contrazione ed espansione economica.

Tra le materie prime, il petrolio Wti è in rialzo sui mercati e resta sopra quota 73 dollari: il contratto con consegna ad agosto cresce dello 0,6% a 73,28 dollari al barile. In rialzo anche il Brent che guadagna lo 0,7% a 75,34 dollari. Anche l’oro non segna particolari variazioni: il metallo prezioso con consegna immediata viene scambiato a 1.781,75 dollari l’oncia (+0,2%). Tutti in rialzo invece argento, platino e palladio.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews