mercoledì, Luglio 28, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaL'euro digitale offrirà maggiore privacy rispetto alle stablecoin private, assicura la BCE

L’euro digitale offrirà maggiore privacy rispetto alle stablecoin private, assicura la BCE

Il livello di protezione della privacy offerto dall’euro digitale è nettamente superiore rispetto a quello garantito dalle stablecoin private, ha dichiarato Fabio Panetta, membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea (BCE).

Panetta non ha esitato a scagliarsi contro la finalità di lucro delle società private, sottolineando che è nel loro interesse accumulare grandi quantità di dati sui loro utenti.

“Non siamo una società privata”, ha dichiarato il membro della commissione al Financial Times. “Non abbiamo alcun interesse economico ad accumulare, gestire o monetizzare i dati degli utenti”.

Secondo il funzionario della BCE, sarebbero stati effettuati test pilota per alcuni “pagamenti offline di piccoli importi, in cui non è stato registrato alcun altro dato al di fuori dei wallet del mittente e del beneficiario del pagamento”.

“Se la Banca centrale venisse coinvolta nei pagamenti digitali, la privacy avrebbe un maggiore livello di tutela. […] I pagamenti verrebbero finalizzati ma nessuno dei soggetti coinvolti nella catena di pagamento avrebbe accesso alle informazioni.”

I commenti di Panetta sembrano destinati a placare le preoccupazioni diffuse su come verranno raccolti e gestiti i dati personali, nel momento in cui gli utenti dovessero utilizzare eventuali valute digitali emesse dalla banca centrale (CBDC). In base ai recenti sondaggi effettuati dalla BCE sulle CBDC è emerso che, tra i più di 8.000 intervistati, la privacy dei pagamenti è la questione che più suscita timori.

La consultazione pubblica è stata condotta da ottobre 2020 a gennaio 2021, rivelando che altre questioni molto dibattute tra il pubblico sull’euro digitale sono la sua sicurezza e il possibile utilizzo a livello paneuropeo.

Dopo la pubblicazione nel gennaio scorso dei risultati del sondaggio, Panetta ha inviato una lettera al Presidente della Commissione per i problemi economici e monetari (ECON) sottolineando come “la protezione della privacy” sia una “priorità fondamentale” per il futuro, “affinché l’euro digitale possa contribuire a mantenere la fiducia nei pagamenti anche nell’era digitale”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews