domenica, Agosto 1, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroL'antico tempio ittita si è rivelato essere un modello dell'Universo

L’antico tempio ittita si è rivelato essere un modello dell’Universo

Gli archeologi hanno esaminato ancora una volta l’antico santuario ittita – il tempio Yazilikaya, costruito 3200 anni fa sul territorio della moderna Turchia.

È possibile che questa sia una gigantesca mappa dell’universo e un calendario. I risultati, che alcuni esperti considerano controversi, sono citati in un articolo pubblicato sul Journal of Skyscape Archaeology.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Secondo lo studio, il tempio Yazilikaya aveva uno scopo insolito. Secondo gli archeologi, l’antico santuario di 3.200 anni potrebbe essere sia una mappa gigante del cosmo che un calendario.

A sinistra: scultura rupestre nella camera B raffigurante il dio Sharruma e il re Tudhaliya datata intorno al 1250 – 1220 a.C. A destra: Nergal, il dio degli inferi nell’era dell’Antica Assiria e dell’Antica Babilonia.

Yazilikaya è un tempio che era uno dei monumenti più importanti dell’impero ittita. Le rovine della capitale ittita Chattush si trovano vicino al moderno villaggio di Bogazkale nella Turchia centrale.

A Yazilikaya, gli Ittiti scolpirono affioramenti di roccia naturale per creare due spazi senza tetto su cui furono creati i rilievi delle loro divinità. Questo sito risale al 1230 aC circa.

Tra le tante diverse ipotesi sulla destinazione di questo santuario, una sembra molto plausibile. Gli studiosi svizzeri Eberhard Sanger e Rita Gotchi ritengono che uno dei due locali fosse utilizzato per le cerimonie di Capodanno e l’altro fungesse da mausoleo per il re ittita.

Gli archeologi hanno anche suggerito che alcune immagini degli dei servissero agli Ittiti come calendario. È possibile che il tempio Yazilikaya rifletta le idee degli antichi Ittiti sulla creazione dell’Universo e sulla mappa del cosmo.

Gli Ittiti erano convinti che il mondo intero fosse sorto dal caos e fosse diviso in tre livelli: il mondo sotterraneo, il terrestre e il cielo.

La ricerca ha dimostrato che uno dei gruppi di divinità in Yazilikai raffigura stelle che non cadono mai sotto l’orizzonte. Altre immagini sono molto probabilmente associate alla terra e agli inferi.

Un altro aspetto della cosmologia ittita era il periodico rinnovamento della vita. Il calendario creato dagli antichi riflette una visione ciclica della natura , ad esempio il cambio del giorno e delle stagioni.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews