mercoledì, Luglio 28, 2021
Disponibile su Google Play
HomeViaggiIl ragazzo che da solo attraversa l'Italia ai tempi del Covid. "Sento...

Il ragazzo che da solo attraversa l’Italia ai tempi del Covid. “Sento la paura della gente, spero di aiutarla a riscoprire i sentieri”

Fare settemila chilometri a chilometri zero, insegnando i sentieri, ricordando le bellezze d’Italia, in solitudine. In piena pandemia, praticamente lontano da tutto e da tutti, c’è un ragazzo che sta attraversando l’Italia a piedi e a remi. Porta un messaggio, forse più per dopo che per adesso, quello di riscoprire i sentieri escursionistici italiani, di vivere la vita un po’ più lentamente, di proteggere e prendersi cura della nostra natura , inquinando meno, camminando di più,  cibandosi e vivendo a chilometri zero.

 
Elia Origoni, 29 anni, di Besozzo in provincia di Varese, per campare fa due lavori: è una guida escursionistica qualificata e un fonico. Ama le montagne, la natura , e soprattutto camminare: anni fa ha compiuto a piedi la strada da Genova a Vienna e da tempo aveva programmato, per questo 2021, di riscoprire e far riscoprire il Sentiero d’Italia del Club alpino italiano (CAI), circa settemila chilometri dalla Sardegna fino a Trieste.

 A fine febbraio scorso stava lavorando come fonico in un teatro di Milano quando gli hanno detto che, causa pandemia, chiudeva tutto e non avrebbe più lavorato. Per molto tempo ha avuto dubbi se partire o meno per quel viaggio in cammino che aveva programmato e poi, grazie alla telefonata e all’appoggio del CAI, che lo sostiene come ambasciatore di questa impresa, ha deciso di provarci comunque, sempre cercando di rispettare le regole.

“Così sono partito – dice al telefono con Repubblica, mentre si concede una prima pausa dopo tre ore di cammino – adesso sono ad Erice, devo attraversare la Sicilia in una ventina di giorni, continuerò a camminare per 30-40 chilometri ogni giorno e così fino a settembre”.

 

Otto mesi di cammino: è partito l’8 febbraio da Santa Teresa di Gallura, ha attraversato “per sentieri quasi deserti” tutta la regione sino a Villasimius da dove, con una barca a remi e in solitaria,  dopo essersi allenato nei laghi della sua Lombardia, ha attraversato il mare per cinque giorni sino ad arrivare a Trapani. “E’ stata dura e mi sono goduto poco lo spettacolo della natura , nemmeno un bagno, ma ce l’ho fatta” dice.

 
Ora risalirà l’Italia “passando per gli Appennini sino ad arrivare a Trieste. Non posso rallentare il ritmo e rischiare di arrivare dopo settembre o potrei incontrare la neve verso le Alpi”. Viaggia e cammina con poco: “I miei scarponi, uno zaino, un fornellino e il necessario per dormire dove riesco. Sono autosufficiente, a chilometro zero” scherza. In Sardegna, regione “bianca”, l’inizio della sua avventura.

 
“Ho percorso zone davvero poco battute, dormito grazie all’aiuto di pastori, sentito per la prima volta, attraversando la regione, la paura della gente, una certa comprensibile diffidenza in questo momento difficile. Credo che più risalirò l’Italia più la sentirò, viene meno quell’accoglienza fatta in altri cammini, ed è normale visto la pandemia, ma io spero che facendo adesso questo percorso di lasciare un messaggio per quando si spera finirà questa situazione”.

D’intesa con il CAI, aiuterà a riscoprire il Sentiero d’Italia, troppo dimenticato, che percorre isole e penisola, lui lo farà in 400 tappe. La traversata dalla Sardegna alla Sicilia è stata dura: onde di due e tre metri, l’arrivo a Trapani poco prima di una burrasca.

 

Nonostante la fatica, Elia sa di essere un privilegiato. “Sì, lo sono, ma spero che venga compreso dalle persone il senso di questo mio viaggio insieme al Cai, un viaggio per insegnare a rispettare la natura e l’ambiente, la montagna, e spero di non essere motivo di odio per quel che sto facendo in un momento dove buona parte dell’Italia è chiusa in casa. Se sono partito, l’ho fatto perchè avevo programmato da tempo questo viaggio, che per me in quanto accompagnatore di media montagna e scopritore di sentieri è anche un lavoro. Senza turismo e non potendo più lavorare come fonico con i teatri chiusi, sono partito a inizio febbraio perchè ho sentito che era il momento di farlo. Vorrei essere visto come un apripista del sentiero d’Italia del Cai e poter dare in futuro consigli e aiuto a tutti coloro che vorranno percorrerlo. Il nostro è un territorio magnifico”. Tutto il suo progetto, che unisce  “In solitaria 2021” e il “Sentiero d’Italia” Cai, è raccontato nei dettagli sulle sue pagine social.  https://www.facebook.com/eliaorigoni

Nel frattempo, nel suo tentativo di testimoniare l’importanza della salvaguardia dell’ambiente e del  patrimonio italiano, Elia è anche un testimone in cammino di come cambia l’Italia in questo momento storico. La paura della gente, quegli eventi meteo sempre più intensi e le stagioni difficili da riconoscere, nel segno dei cambiamenti climatici, e anche un nuovo fenomeno, “l’inquinamento da mascherine. Nei sentieri isolati poche, qualcuna, ma appena cammini verso i centri civilizzati,le città, è allucinante: sono ovunque, per terra, nei fiumi, in mare”.

Uno dei problemi che gli fa ricordare come “dovremmo tutti rispettare di più la natura , prendercene cura” dice al telefono. Poi staccherà e si rimetterà in cammino, “sempre solo, in solitaria, perchè è così che andrà e sarò ancor più solo lungo tutto il percorso in questo complesso momento storico. Ma la mia speranza è far scoprire a tanti qualcosa di cui potrebbero innamorarsi: un’Italia meno nota, cammini straordinari che in tanti potranno percorrere prendendosene cura e rivalorizzandoli”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews