mercoledì, Luglio 28, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareCaffè espresso italiano o napoletano? Solo uno diventerà Patrimonio Unesco

Caffè espresso italiano o napoletano? Solo uno diventerà Patrimonio Unesco

È ufficiale la candidatura, da parte del ministero delle Politiche agricole, del Rito del caffè espresso italiano tradizionale a Patrimonio culturale immateriale dell’umanità, ma senza trascurare quella della Cultura del caffè napoletano.

«La priorità per l’elemento Rito del caffè espresso italiano tradizionale, a parità degli elementi costitutivi del dossier – specifica una nota del ministero – è stata determinata dalla presentazione della relativa proposta all’inizio del 2019 mentre quella della Cultura del caffè espresso napoletano è stata presentata alla metà dello scorso anno».
Il Mipaaf ha deciso quindi di sostenere una pratica che è considerata «una vera e propria arte», ma anche l’importanza della tradizione partenopea, «realtà tra rito e socialità». Entrambe le proposte sono già state inserite nell’Inventario dei prodotti agroalimentari italiani.

Loading…

Le documentazioni sono già state inviate alla Commissione Nazionale dell’Unesco che dovrà decidere l’avvio del procedimento per l’inserimento nel Patrimonio immateriale dell’umanità di un elemento che ha importanti risvolti culturali, sociali, storici e di tradizione. A tal proposito il professor Pierluigi Petrillo, Unesco chair professor, Patrimonio culturale immateriale, chiarisce: «Soltanto una potrà essere presentata all’Unesco, quella che più delle altre ha le caratteristiche richieste. Saranno analizzati entrambi i dossier ma solo quello che evidenzierà il rito e la convivialità potrà essere preso in considerazione. L’Unesco non tiene conto, infatti, né degli aspetti commerciali, imprenditoriali o produttivi ma solo e soltanto l’aspetto antropologico legato appunto alla tradizione e al “culto”».

«In realtà non credo che possano esserci dubbi. Il Rito del caffè espresso napoletano è una pratica culturale e sociale antica – sottolinea Niola Marino, professore di Antropologia al Suor Orsola Benincasa di Napoli– una bevanda sociale antica con la quale si crea socialità e convivialità. Come la Dieta Mediterranea e poi l’Arte del pizzaiolo, così anche il Rito del Caffè espresso napoletano dovrebbe entrare a fra parte del Patrimonio immateriale dell’Unesco. Questa è una verità scientifica ed oggettiva inconfutabile. A tal proposito basti ricordare il caffè sospeso, cioè regalato ad un estraneo, o il caffè di ginocchio, una pratica che si è diffusa tra 800 e 900, quando il barista tostava nuovamente i fondi per poter vendere il caffè ad un prezzo ridotto a chi non poteva permetterselo. O ancora il caffè della consolazione, quando vicini e parenti regalano il caffè per consolare dal dolore di una perdita. A differenza del caffè espresso italiano quello napoletano presenta delle caratteristiche più aderenti a ciò che l’Unesco richiede».

«Accogliamo con grande soddisfazione le parole del Mipaaf a sostegno della candidatura del caffè espresso italiano a Patrimonio immateriale dell’Umanità – dichiara Alessandro Cavo, consigliere Fipe-Confcommercio –. La nostra Federazione ha appoggiato sin da subito questo importante progetto che speriamo possa essere una molla decisiva per rilanciare finalmente i nostri bar, il luogo ideale dove vivere il rito tanto amato dagli Italiani, parte integrante del patrimonio culturale e del capitale sociale comune del nostro Paese».

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews