mercoledì, Luglio 28, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturaproteggi la loro salute con i consigli degli esperti

proteggi la loro salute con i consigli degli esperti

Neonati in spiaggia: proteggi la loro salute con i consigli degli esperti

Neonati in spiaggia, cosa ne pensano gli esperti? È sicuro portare un bambino molto piccolo (di pochissimi mesi) al mare sotto il sole? La risposta a questa domanda, secondo gli esperti dell’IMI, Intergruppo Melanoma Italiano, è no. Almeno fino ai sei mesi di età, un bambino non dovrebbe essere portato in spiaggia, neanche se sistemato nel passeggino e sotto l’ombrellone. Le alte temperature possono infatti nuocere gravemente alla sua salute.

Inoltre, anche l’utilizzo dei filtri solari è sconsigliato in questa fascia di età, per cui – se siete diventati da poco genitori – sarà meglio posticipare di qualche mese le prime giornate al mare insieme ai vostri piccoli.

I membri dell’IMI spiegano infatti che le scottature solari in così tenera età possono aumentare significativamente il rischio di melanoma.

Abbronzatura non vuol dire salute. Anzi, se non si seguono le regole della corretta esposizione si rischia di abbassare le difese immunitarie con danni permanenti alle cellule. E a farne le spese sono i più piccoli.

Neonati in spiaggia: i consigli di sicurezza degli esperti

Neonati in spiaggia

Dopo aver appurato che i bambini fra 1 e 6 mesi non dovrebbero essere portati in spiaggia, vediamo adesso quali sono i consigli dei membri dell’IMI per i genitori dei bambini più grandicelli.

Gli esperti spiegano che i bambini in spiaggia (e non solo loro) dovrebbero indossare una maglietta, degli occhiali da sole di buona qualità e un cappellino quando si trovano sotto il sole. Non dovrà mancare naturalmente la crema solare, che per i più piccoli dovrebbe garantire una protezione massima (Spf +50).

In ogni caso l’esposizione deve essere lenta e graduale, per un tempo limitato e sempre protetti.

Ignazio Stanganelli, presidente IMI, aggiunge che i bambini con gli occhi chiari possono correre un rischio leggermente maggiore di scottarsi, e lo stesso vale – ma in misura maggiore – per chi ha molti nei e per chi ha una carnagione chiara. In quest’ultimo caso, il rischio rispetto a chi ha una carnagione più scura è persino raddoppiato.

via | Ansa
Foto di 霞 刘 da Pixabay
Foto di suju-foto da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews