martedì, Luglio 27, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaEntro cinque anni, gli hedge fund statunitensi si aspettano di avere il...

Entro cinque anni, gli hedge fund statunitensi si aspettano di avere il 10,6% dei propri asset in crypto

Un nuovo sondaggio, che ha coinvolto 100 chief financial officer di hedge fund in tutto il mondo, indica che il settore sta pianificando un aumento significativo della sua esposizione ai crypto asset nel breve termine.

Il sondaggio svolto da Intertrust suggerisce che, se le previsioni dei partecipanti si rispecchieranno nel resto del settore, gli asset in crypto gestiti da hedge fund globali potrebbero arrivare a 312 miliardi di dollari. I fondi basati negli Stati Uniti sono i più rialzisti sulla nuova classe di asset, e prevedono di aumentare l’esposizione alle crypto nei propri portafogli a una media del 10,6% nei prossimi cinque anni.

Le loro controparti nell’Unione Europea e nel Regno Unito indicano una cifra leggermente più modesta, sebbene ancora significativa: una media del 6,8%. Il campione del sondaggio di Intertrust ha incluso chief financial officer di fondi che gestiscono individualmente una media di 7,2 miliardi di dollari in asset. Gli stessi CFO si aspettano personalmente di avere come minimo l’1% del proprio portafoglio in crypto.

Alcuni hedge fund manager di alto profilo, come Paul Tudor Jones, sono da stati forti sostenitori di Bitcoin (BTC) di fronte alle preoccupazioni circa le tendenze inflazionistiche nell’economia. Anthony Scaramucci, CEO di SkyBridge Capital, esprime un’opinione simile sul potenziale di Bitcoin come riserva di valore, considerandolo superiore all’oro.

Un altro grande nome nel settore che sostiene le criptovalute è Alan Howard, co-fondatore del grande asset manager Brevan Howard: solo questa settimana, Howard ha investito in due startup legate agli asset digitali, in seguito a un investimento precedente nel fornitore di servizi di custodia per asset digitali creato da Nomura in collaborazione con Ledger e CoinShares. Inoltre, possiede una quota del 25% in One River Digital Asset Management. Secondo alcuni report, Brevan Howard intende investire direttamente in crypto.

Oltre alla crescente fiducia degli hedge fund tradizionali nella classe di asset, ci sono anche diversi tentativi di lanciare nuovi fondi crypto nella speranza di replicare i successi di Bitwise e Grayscale.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews