lunedì, Agosto 2, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaBitcoin è il re delle crypto, è qui per restare

Bitcoin è il re delle crypto, è qui per restare

Mentre alcuni Stati come El Salvador hanno accolto Bitcoin a braccia aperte, altri governi stanno tentando di vietare la legalizzazione della valuta digitale. Ammesso che riescano nel loro tentativo, secondo gli esperti del settore una cosa è certa: Bitcoin (BTC) è qui per restare.

A pensarla in questo modo è, tra gli altri, il CEO di eToro Yoni Assia, che durante un’intervista esclusiva per Cointelegraph alla conferenza Bitcoin 2021 di Miami ha definito BTC “il re della crypto”, aggiungendo che la valuta digitale non scomparirà:

“Sarei sorpreso se non vedessi il prezzo di Bitcoin aumentare in maniera significativa nei prossimi 3-5 anni, dal momento che ci sono ancora 5 miliardi di persone al mondo che non hanno una moneta locale forte.”

Affinché il sogno diventi realtà è importante che le persone credano nell’etica della valuta decentralizzata, ha affermato il managing director di eToro degli USA:

“Credo che la motivazione etica per Bitcoin e per far capire alle persone che è la soluzione giusta da prendere sia la separazione tra Stato e moneta. Solo in questo modo si riuscirà a concretizzare quell’ideale a cui aspiriamo.”

Regolamentazione: portare il vecchio mondo nella nuova realtà

Nell’ottica di un futuro decentralizzato, eToro sta creando un ponte tra la finanza tradizionale e il mondo delle criptovalute, ha dichiarato Assia. A suo parere bisognerebbe trovare il giusto equilibrio fra valute digitali e asset tradizionali:

“La maggior parte della nostra clientela fa trading sulla nostra piattaforma scambiando sia crypto che azioni, e credo che questo sia un trend che continueremo a vedere in futuro.”

Il CEO di eToro ha commentato positivamente il fatto che sempre più investitori istituzionali stiano entrando nelle crypto, soprattutto per quanto riguarda l’innovazione della finanza decentralizzata (DeFi):

“La DeFi è un po’ come il selvaggio west al momento. Nessuna regolamentazione, nessuna istituzione finanziaria, ma un livello incredibile di innovazione. Penso che buona parte di questa innovazione entrerà nelle istituzioni finanziarie tradizionali o regolamentate, nelle società centralizzate, per poter offrire l’innovazione direttamente ai consumatori.”

Secondo le previsioni di Assia, si verificherà un trasferimento di oltre 100 miliardi di dollari nei prossimi 10 anni in asset digitali nativi: col tempo, quasi tutte le risorse finanziarie saranno alla fine incorporate nelle reti blockchain.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews