lunedì, Agosto 2, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroIncontro sulla sfera con esseri alieni

Incontro sulla sfera con esseri alieni

Uno dei resoconti più bizzarri di fenomeni insoliti si è verificato nel 1976 nelle Isole Canarie spagnole. Sebbene il caso presenti una descrizione straordinaria degli alieni e del loro mestiere, l’evento è estremamente affidabile in quanto include più rapporti di testimoni che concordano in tutti gli aspetti del caso.

Il fenomeno iniziò la notte del 22 giugno 1976, quando i residenti di Tenerife, La Palma e La Gomera iniziarono a segnalare l’avvistamento di luci insolite nel cielo. Queste luci e le loro manovre erano diverse da qualsiasi cosa i residenti della zona avessero visto prima.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

I titoli dei giornali la mattina successiva proclamavano che “migliaia di persone” avevano assistito a un “fenomeno spettacolare” durato “venti minuti”. L’aspetto più clamoroso è stato l’avvistamento della suddetta “sfera” occupata da strani esseri alieni.

Tre giorni dopo, il comandante generale della zona aerea delle Canarie ha nominato un “aiutante investigativo” per dare un senso agli eventi. Le sue scoperte furono trasmesse da un generale dell’aeronautica spagnola al giornalista JJ Benitez nel 1976 e i dettagli del caso raggiunsero rapidamente il mondo esterno oltre la portata delle isole. L’indagine di Benitez sarebbe stata la base del suo libro “UFO: documenti ufficiali del governo spagnolo”.

Il caso avrebbe ripreso slancio nel 1994, quando i file dell’indagine furono rilasciati come parte della rivelazione dei documenti spagnoli, una sorta di atto sulla “libertà di informazione”.

Il rapporto del 1976 era enorme, contenente oltre cento pagine di testimonianze, valutazioni, disegni e altro. Il rapporto ufficiale dell’Air Force sull’incidente è stato intitolato dalle deposizioni di quattordici testimoni. È stato stabilito un tipo di standard con l’affidabilità dei testimoni basata sullo stato sociale.

Il rapporto di un medico era considerato una priorità assoluta, mentre il rapporto di un comune lavoratore aveva poco o nessun peso. In questo caso particolare, questo standard iniquo non ha tolto l’accettazione dei fatti, poiché tutti i soggetti coinvolti erano pienamente d’accordo su ciò che vedevano. Il rapporto era molto dettagliato e presentato cronologicamente.

Il rapporto iniziale dell’UFO delle Canarie proveniva dalla nave scorta armata della Marina, la “Atrevida”. La nave si trovava al largo dell’isola di Fuerteventura. Il capitano della nave ha fornito un rapporto dettagliato di ciò che lui e il suo equipaggio hanno osservato alle 21:27 del 22 giugno.

L’intero equipaggio ha visto una luce giallo-blu estremamente brillante spostarsi dalla riva in direzione della nave, situata a tre miglia e mezzo in mare. Molti membri dell’equipaggio all’inizio pensarono di vedere un aereo convenzionale con le luci di atterraggio accese.

Le luci si spensero presto e una specie di raggio iniziò a ruotare, simile all’effetto di un faro. Successivamente, dal fantastico natante si poteva vedere un intenso alone di giallo e blu. Sorprendentemente, l’equipaggio ha osservato l’imbarcazione per ben quaranta minuti.

L’imbarcazione sembrava giocare brutti scherzi con le sue luci, poiché cambiavano costantemente da una forma all’altra. Anche se lo spettacolo di luci è stato osservato per un lungo periodo di tempo, nessuna traccia era evidente sul radar della nave di qualsiasi imbarcazione volante.

Trascrizione effettiva-Capitano di Atrevida:

“Alle 21:27 (Z) ore. il 22 giugno abbiamo visto un’intensa luce giallo-bluastra uscire dalla riva verso la nostra posizione. All’inizio pensavamo che fosse un aereo con le luci di atterraggio accese. Poi, quando la luce ha raggiunto una certa elevazione (15 – 18 gradi), diventa stazionaria.

“La luce originale si spense e da essa iniziò a ruotare un raggio luminoso. Rimase così per circa due minuti. Poi si sviluppò un intenso grande alone di luce giallastra e bluastra, che rimase nella stessa posizione per 40 minuti, anche se il fenomeno originario non era più visibile.

“Due minuti dopo il grande alone, la luce si divise in due parti, la più piccola essendo al di sotto, al centro dell’alone luminoso, dove apparve una nuvola azzurra e la parte da cui era uscito il nucleo bluastro, svanì. La parte superiore iniziò a salire a spirale, rapida e irregolare, e infine scomparve.

“Nessuno di questi movimenti ha intaccato in alcun modo l’alone circolare iniziale, che è rimasto sempre lo stesso, il cui bagliore illuminava parti della terra e dell’oceano, da cui si poteva dedurre che il fenomeno non fosse molto lontano da noi , ma era vicino.”

Solo pochi minuti dopo, questo stesso oggetto è stato visto dai residenti delle Isole Canarie. La maggior parte degli avvistamenti erano di cittadini di tre villaggi; Galdar, Las Rosas e Agaete. È stato coinvolto uno spaccato delle professioni; medico, insegnante, agricoltore, tassista e casalinga, tra gli altri.

Un’approfondita ricerca degli atti da parte dell’Aiutante Investigatore ha stabilito che non vi erano segnalazioni di “traffico aereo o esercitazioni militari al momento delle segnalazioni” che potessero spiegare gli avvistamenti dell’oggetto sconosciuto. L’Aiutante, per motivi di chiarezza, ha diviso l’indagine in due diverse categorie.

Uno era il velivolo più grande osservato dall’equipaggio della nave e da altri, e il secondo era il globo più piccolo con gli alieni a bordo. Per sua stessa ammissione, e coerentemente con la natura umana, l’Aiutante non ha avuto problemi a credere ai rapporti dell’imbarcazione più grande, ma ha avuto delle riserve nell’accettare il globo poiché sono stati osservati occupanti che non erano coerenti con gli esseri umani.

L’ultima parola dell’Investigator General sull’argomento è stata: “Il fatto che si sia verificato un fenomeno aereo molto strano e peculiare nella notte del 22 giugno è un fatto vero e provato, per quanto incredibile possa sembrare il suo comportamento e le sue condizioni”.

L’incredibile resoconto della sfera è stato presentato dal dottor Francisco Padron Leon, che viveva nella città di Guia. Il suo rapporto è il più voluminoso dell’intera inchiesta. Il suo passato è stato studiato a fondo e si è scoperto che era un professionista onesto e sano di mente, la cui parola era considerata veritiera.

Padron era stato chiamato a fare una visita a domicilio e aveva incaricato un taxi per portarlo sul posto; la città di Las Rosas. Mentre procedevano, il dottore e il tassista erano impegnati in una conversazione leggera. Improvvisamente, i fari dell’auto hanno indicato un oggetto leggermente luminoso a forma di sfera.

L’oggetto era atterrato o si librava appena sopra il suolo. L’oggetto è stato realizzato con un materiale totalmente trasparente e simile al cristallino. Sia il dottore che l’autista osservarono le stelle attraverso la sfera. L’oggetto era di colore bluastro, con un raggio di circa 100 piedi.

La parte inferiore del globo conteneva una piattaforma di materiale simile all’alluminio con tre console. Ai lati del centro c’erano due enormi figure alte da otto a dieci piedi. Erano vestiti di rosso e sempre uno di fronte all’altro. Gli esseri erano di forma umanoide, con grandi teste coperte da una specie di elmo. Il dottore, stentando a credere ai propri occhi, chiese conferma al suo tassista.

“Stai vedendo quello che sono?” chiese.
L’autista esclamò: “Mio Dio! Che cos’è?”

Il taxi era solo a breve distanza dalla casa del paziente e, all’arrivo, il medico osservò una specie di fumo bluastro proveniente da un tubo che saliva attraverso il centro dell’oggetto.

Il medico ha dichiarato:

“Si parlava di caccia… appena entrati nell’ultimo tratto di strada, i fari dell’auto puntavano su una sfera leggermente luminosa, ferma e molto vicina al suolo, anche se non posso dire con certezza se la toccasse.

Era fatto di un materiale totalmente trasparente e simile al cristallino, poiché era possibile vedere attraverso di esso le stelle del cielo; aveva un colore blu elettrico ma tenue, senza abbagliare; aveva un raggio di circa 30 m. [100 ft.], e nel terzo inferiore della sfera si poteva vedere una piattaforma di colore simile all’alluminio come se fosse fatta di metallo e tre grandi console.

“A ogni lato del centro c’erano due enormi figure da 2,50 a 3 m. [8.5 to 10 ft.] alto, ma non più alto di 3 m. [10 ft.], vestiti interamente di rosso e uno di fronte all’altro in modo tale da vederne sempre il profilo.

“Poi ho osservato che una specie di fumo bluastro usciva da un tubo centrale semitrasparente nella sfera, coprendo la periferia dell’interno della sfera senza fuoriuscire all’esterno in nessun momento.

Poi la sfera iniziò a crescere e crescere fino a diventare enorme come una casa di 20 piani, ma la piattaforma e l’equipaggio rimasero delle stesse dimensioni; si alzò lentamente e maestosamente e mi sembra di aver sentito un fischio molto tenue.”

La sfera crebbe a dimensioni enormi quando iniziò a salire nel cielo. Il dottore corse in casa e raccontò alla famiglia ciò che aveva visto. Correndo fuori, osservarono il globo, che ora era estremamente alto nel cielo. Raggiunse una velocità enorme, accelerando verso Tenerfie.

Alla fine si dissolse in una dimensione più piccola e scomparve. Un altro testimone, una donna che era parente del paziente, stava guardando la televisione quando improvvisamente lo schermo si è oscurato ei suoi cani hanno cominciato ad abbaiare fuori. Correndo a una finestra, vide la cabina del dottore e la sfera blu sopra di essa. Ha anche notato che la sfera era trasparente, con due esseri all’interno. Scioccata, chiuse le finestre e le porte e cominciò a pregare.

Ci sono stati molti altri avvistamenti di natura simile durante l’anno 1976 sull’isola. Il rapporto “ufficiale” finale era nella migliore delle ipotesi ambiguo.

L’osservanza dell’imbarcazione da parte di tutti coloro che l’hanno vista è stata accettata come genuina, sebbene non sia stata fornita alcuna spiegazione “terrena” per il suo aspetto e comportamento unici.
D’altra parte, sebbene i testimoni del globo più piccolo con gli alieni siano stati classificati come totalmente affidabili, l’effettiva presenza degli esseri è stata messa in dubbio. In altre parole, i testimoni dicevano la verità, ma quello che vedevano era troppo inverosimile per crederci.

Nessun’altra spiegazione era disponibile a livello ufficiale, e il fenomeno delle Isole Canarie rimane oggi come un autentico e ben documentato avvistamento di un velivolo volante non identificato con occupanti.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews