Il Parlamento europeo sostiene la petizione “End the Cage Age”, che chiede l’abolizione degli allevamenti in gabbia entro il 2027. L’Europarlamento ha infatti approvato una risoluzione per supportare la petizione promossa dai cittadini europei e che chiedeva appunto lo stop agli animali allevati dietro le sbarre. La petizione era arrivata a raccogliere 1,4 milioni di firme in tutta Europa, comprese quelle dei rappresentanti di alcuni giganti del food come Barilla e Ferrero.

558 i membri del Parlamento che hanno votato a favore, mentre 37 sono quelli che hanno votato contro e 85 sono stati gli astenuti. La risoluzione approvata prevede che tutti i prodotti immessi sul mercato dell’UE – compresi quelli importati – debbano essere conformi ai futuri standard senza gabbie.

Attualmente ancora 300 milioni di animali (pollame principalmente, ma anche maiali e conigli) secondo i dati raccolti dalla campagna End the Cage Age, vivono ancora in allevamenti in gabbia: agli allevatori la risoluzione garantisce aiuti finanziari e incentivi per passare a sistemi di allevamento diversi”, commentano le 21 associazioni italiane che hanno sostenuto l’iniziativa. “Ora  la palla è nel campo della Commissione.

Ci aspettiamo di vedere il passaggio dalle parole all’azione, con un calendario ambizioso che ponga fine all’uso di questi strumenti di tortura obsoleti”.

[Fonte: Ansa Terra & Gusto]