domenica, Agosto 1, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroDal cloud al 5G: ecco cosa devono fare le imprese italiane per...

Dal cloud al 5G: ecco cosa devono fare le imprese italiane per superare la nuova crisi pandemica

Sicurezza informatica – 25 novembre 2020

Quante aziende hanno dovuto affrontare l’impatto provocato dalla pandemia in termini di riprese, rischi e strategie di cybersecurity? Se non la totalità, parliamo di una percentuale estremamente elevata. E le stesse aziende sono ora chiamate ad affrontare il problema di come muoversi per proteggere al meglio il loro business nei mesi e negli anni a venire. La pandemia di Covid-19 e il conseguente passaggio al lavoro da remoto, repentino per moltissime imprese nella prima fase dell’emergenza e divenuto consuetudine per una buona parte di esse nel corso di questi mesi (si presume che entro il 2024 i remote worker rappresenteranno il 30% degli addetti a livello mondiale), hanno impattato sulle infrastrutture It, accelerando l’adozione di servizi cloud e di tecnologie come Vpn (Virtual Private Network) e software di collaborazione a distanza.

Non tutte le aziende, però, hanno potuto contare su un’adeguata formazione e, soprattutto, su una disponibilità di risorse utile a rispondere alle esigenze di maggiore sicurezza, aprendo di conseguenza le porte all’azione dei cybercriminali. Il risultato, come confermato dagli esperti di Check Point Software in occasione della conferenza digitale italiana sulla cybersecurity, è stata un’impennata degli attacchi malevoli, fino al limite dei 210mila casi a settimana (e di questi il ​​94% sono tentativi di phishing) e un’offensiva di tipo ransomware (come Double Extortion) ogni 14 secondi.

Caricamento in corso…

Le sezioni in Italia, gli attacchi più recenti

Stando ai dati elaborati da Check Point e relativi agli ultimi sei mesi, un’impresa della Penisola è attaccata in media 566 volte a settimana, contro i 355 attacchi subiti dalle aziende nel resto d’Europa. A comandare la classifica dei malware a più elevato impatto c’è Emotet, che ha interessato il 17% delle aziende, mentre nell’elenco dei malware più diffusi compaiono 4 trojan bancari e 2 botnet. L’89% dei file dannosi in Italia, si legge ancora nel rapporto della società israeliana, è stato consegnato via e-mail mentre la tipologia di più comune fra le imprese italiane (registrata nel 65% dei casi) è la “remote code esecuzione”.

Fra i casi più rilevanti di attacco registrati nell’ultimo semestre spiccano quelli di Luxottica e del sito Email.it. L’azienda veneta è stata colpita a metà settembre da un attacco ransomware che ha portato alla chiusura delle sue attività in Italia e in Cina; la piattaforma di hosting ha invece subito una grave notizia lo scorso aprile, esponendo agli attaccanti 600mila dettagli dei propri utenti tra cui password in, domande di sicurezza, contenuti delle e-mail e allegati degli anni 2007-2020.

Gli oggetti connessi privi di protezione integrata

Nella fase di ripartenza post lockdown, i responsabili delle imprese hanno delineato alcune priorità da seguire e quella che ha raccolto maggiori riscontri riguarda la necessità di rafforzare la sicurezza della rete e di lavorare sulla tutela delle reti . Altri temi ricorrenti sono quindi l’implementazione di soluzioni di security It/Ot (Information e Operational technology) e l’adozione di soluzioni per la protezione dei dispositivi mobile e dell’infrastruttura cloud. Secondo Check Point, le aziende presto affrontare anche le sfide legate alla diffusione delle tecnologie IoT e dei servizi inoltre alle reti mobili 5G, per cui la componente di sicurezza è ancora lontana dallo stato di maturità. Le prime, in particolare, presentano criticità aggiuntive rispetto ai tradizionali sistemi informatici perché i dispositivi connessi, nella maggior parte dei casi, non sono possibilità di protezione integrata e della creazione di patch, includendo le relative infrastrutture più esposte insieme a rischi.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews