domenica, Agosto 1, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroBattaglia UFO di massa documentata su Norimberga nel 1561

Battaglia UFO di massa documentata su Norimberga nel 1561

Gli avvistamenti di UFO sono in circolazione da più tempo di quanto si possa pensare. Ovviamente questo fenomeno è apparso molto prima di 20 anni, come ora ci afferma il governo americano.

Nella metà del sedicesimo secolo, la gente di Norimberga fu trattata in una scena ultraterrena attraverso lo skyline della loro città.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Un avvistamento di massa di fenomeni celesti o oggetti volanti non identificati (UFO) avvenne nel 1561 sopra Norimberga (allora Libera Città Imperiale del Sacro Romano Impero). Il fenomeno è stato interpretato da alcuni moderni appassionati di UFO come una battaglia aerea di origine extraterrestre.

Il 14 aprile 1561, diversi residenti di Norimberga affermarono di aver visto centinaia di globi, cilindri, aste e altri strani oggetti all’alba.

Secondo i testimoni, questi oggetti sorvolavano la faccia del sole, dando l’impressione di una battaglia celeste che si svolgeva contro il cielo mattutino.

La gente di Norimberga ha anche affermato di aver visto un oggetto triangolare nero prima di sentire un caratteristico schianto proveniente dalle regioni esterne della città.

Gli storici conoscono questi strani dettagli grazie a un manifesto di Norimberga prodotto da Hans Glaser. Glaser era un pittore e illustratore professionista della città e la sua rappresentazione dell’evento era accompagnata da una descrizione scritta.

Il fenomeno celeste sopra la città tedesca di Norimberga il 14 aprile 1561, come riportato in un notiziario illustrato nello stesso mese.

Ecco una traduzione completa fatta da Ilse Von Jacobi dal libro “The UFO Sighting Over Norimberga nel 1561”:

“La mattina del 14 aprile 1561, all’alba, tra le 4 e le 5 del mattino, avvenne una spaventosa apparizione sul sole, e poi questa fu vista a Norimberga in città, davanti alle porte e in campagna – da molti uomini e donne.

“In un primo momento apparvero in mezzo al sole due archi semicircolari rosso sangue, proprio come la luna nel suo ultimo quarto. E nel sole, sopra e sotto e su entrambi i lati, il colore era sangue, stava una palla rotonda di colore ferroso in parte opaco, in parte nero.

“Similmente c’erano da entrambi i lati e come un toro intorno al sole tali palle rosso sangue e altre palle in gran numero, circa tre in linea e quattro in un quadrato, anche alcune sole.

“Tra questi globi erano visibili alcune croci rosso sangue, tra le quali c’erano strisce rosso sangue, che diventavano più spesse nella parte posteriore e nella parte anteriore malleabili come i bastoncini di canneto, che si intrecciavano, tra le quali due grandi aste, una a destra, l’altra a sinistra, e all’interno delle aste piccole e grandi c’erano tre, anche quattro e più globi.

“Questi tutti cominciarono a combattere tra loro, così che i globi, che erano prima nel sole, volarono verso quelli che stavano su entrambi i lati, poi, i globi che stavano fuori dal sole, nelle aste piccole e grandi, volarono nel sole. Inoltre i globi volarono avanti e indietro tra loro e combatterono con veemenza l’uno contro l’altro per più di un’ora.

“E quando il conflitto dentro e fuori il sole fu più intenso, si stancarono a tal punto che tutti, come detto sopra, caddero dal sole sulla terra ‘come se tutti bruciassero’ e poi si consumarono via sulla terra con immenso fumo.

“Dopo tutto questo c’era qualcosa come una lancia nera, molto lunga e spessa, avvistata; l’asta puntava a est, la punta puntava a ovest. Qualunque cosa significhino tali segni, solo Dio lo sa.

“Anche se abbiamo visto, poco dopo l’altro, molti tipi di segni nel cielo, che ci sono inviati da Dio onnipotente, per portarci al pentimento, purtroppo siamo ancora così ingrati che disprezziamo segni così alti e miracoli di Dio.

“Oppure ne parliamo con scherno e li buttiamo al vento, perché Dio ci mandi un castigo spaventoso per la nostra ingratitudine.

“Dopo tutto, i timorati di Dio non scarteranno affatto questi segni, ma li prenderanno a cuore come un monito del loro misericordioso Padre nei cieli, ripareranno la loro vita e pregheranno fedelmente Dio, affinché possa evitare la Sua ira, compresa la meritata punizione, su di noi, affinché possiamo temporaneamente qui e perennemente là, vivere come suoi figli. Per esso, Dio ci conceda il suo aiuto, Amen. Di Hanns Glaser, pittore di lettere di Norimberga.

Per secoli, gli storici hanno cercato di interpretare ciò che è realmente accaduto. Cosa è vero nella descrizione di Glazer e cosa è finzione.

Ciò che si trova in superficie è un innegabile sottotesto religioso, particolarmente evidente nelle righe finali. Afferma esplicitamente che questo fenomeno è in realtà la chiamata di Dio al pentimento.

Ciò ha portato alcuni ricercatori a credere che Hans Glaser avesse pesantemente abbellito un vero fenomeno UFO e lo avesse usato come forma di propaganda religiosa.

Nel frattempo, gli scettici affermano con sicurezza che l’evento di Norimberga del 1561 non fu una battaglia di astronavi aliene, ma una serie di eventi meteorologici insoliti a cui fu dato un tono religioso e sensazionalizzati da Hans Glaser, a causa della scarsa comprensione e per alimentare la fame del pubblico di storie scandalose.

È difficile dire cosa sia successo più di 400 anni fa, ma poi le persone hanno visto chiaramente qualcosa di insolito.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews