domenica, Giugno 13, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroMonaci Neri, la Cospirazione della Luna e l'origine dell'umanità

Monaci Neri, la Cospirazione della Luna e l’origine dell’umanità

Nel suo libro Letters from Andromeda, il contattato Alex Collier descrive in dettaglio le conversazioni che ha avuto con esseri extraterrestri telepatici della galassia di Andromeda. Uno di loro si chiamava Moraney e proveniva da un sistema stellare in una costellazione che chiamò Zenetae.

I contattati sono persone che affermano di aver avuto contatti con gli extraterrestri. Alcuni hanno affermato di avere incontri in corso, mentre altri hanno affermato di aver avuto solo un singolo incontro.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

I resoconti dei contattati sono generalmente diversi da quelli che affermano il rapimento alieno, in quanto mentre i contattati di solito descrivono esperienze positive che coinvolgono alieni umanoidi, i rapiti raramente descrivono le loro esperienze in modo positivo.

Alex Collier

Un essere antico, Moraney è stato in grado di trasmettere informazioni preziose a Collier, e ha dipinto un’immagine molto diversa da ciò che la storia ci insegna sul passato della Terra.

L’Andromedan ha anche rivelato che il nostro presente è governato da bugie e inganni e che la popolazione generale sa poco o nulla di ciò che sta realmente accadendo nel nostro Sistema Solare.

Una delle rivelazioni più interessanti di Moraney riguarda l’origine dell’umanità e riguarda l’esistenza di una base segreta sulla Luna. Ha anche detto che il satellite della Terra non si è formato inizialmente nel sistema solare ma è stato trasportato qui milioni di anni fa.

Era usato come nave da trasporto che trasportava rettili, ibridi umano-rettili e i primi umani a mettere piede sulla Terra.

La Luna, come disse telepaticamente Moraney a Collier, ha avuto origine in un sistema stellare situato a 432 anni luce dalla Terra, nella costellazione dell’Orsa Minore. Chiamato “CHOWTA” dagli Andromediani, questo sistema stellare binario è enorme, con 21 pianeti e quattro dozzine di lune.

La luna che ora chiamiamo nostra una volta orbitava intorno al 17° pianeta del sistema Chowta. Si chiamava Maldek e fu distrutto in un’antica guerra tra un’alleanza umana e tirannici alieni Grigi dell’Impero di Orione.

Gli Andromediani hanno rivelato a Collier che la Luna ha 6,2 miliardi di anni. Ciò significa che è più antico del nostro Sistema Solare e non potrebbe aver iniziato la sua esistenza qui.

Le teorie della cospirazione menzionano regolarmente la presenza di composti e sostanze chimiche sconosciuti sulla superficie lunare e che la loro scoperta è stata nascosta al pubblico. Le trasmissioni telepatiche di Moraney hanno portato Collier a credere lo stesso.

Clicca QUI per leggere articoli ben documentati sulle anomalie lunari che dimostrano che il nostro satellite è cavo e non potrebbe aver avuto origine nel nostro sistema solare.

Ma se la Luna è un’estranea, come è stata portata qui?

Collier scrive che è stato “messo nella coda di un asteroide che lo ha portato nel nostro Sistema Solare”. Sebbene i nostri astronomi non l’abbiano identificato, l’asteroide dovrebbe tornare nella nostra parte della galassia ogni 25.000 anni terrestri.

Ci sono segni che supportano questa ipotesi e molti di loro sono invisibili all’occhio inesperto. Ma, come sottolinea Collier, sono comunque presenti:
“La Luna è vuota.

Contiene enormi strutture sotterranee costruite da ET e in seguito da umani della Terra. Ci sono sette aperture nella crosta lunare e nelle basi sotterranee. Gli scienziati conservatori si sono chiesti perché così tanti crateri sembrano così poco profondi, nonostante le loro dimensioni.

“Gli Andromediani dicono che è perché gran parte della superficie è stata costruita sopra un guscio metallico di una cresta spaziale circolare; o “A War Carrier”, come lo descrivono gli Andromediani”. Collier indica un problema interessante per quanto riguarda i crateri. In effetti, molti di loro dovrebbero essere molto più profondi di quanto non siano in realtà e questo è un fatto che “sfida la scienza conosciuta”.

Ma gli Andromedani affermano che i crateri furono, in effetti, creati artificialmente. Molti dei crateri situati sul lato opposto della Luna erano una volta città a cupola e hangar di astronavi che furono “distrutti durante una guerra che risale a 113.000 anni fa”.

Queste strutture in rovina sarebbero state scoperte molto prima che gli astronauti dell’Apollo mettessero piede sulla Luna.

Furono esplorati per la prima volta segretamente nei primi anni ’50 da un gruppo di astronauti della NSA (National Security Agency), che furono trasportati e guidati da alieni grigi. L’area che hanno esplorato si trova sotto il cratere Jules Verne e consisteva in un’enorme struttura sotterranea delle dimensioni dello stato di New York.

All’interno sono stati scoperti resti di rettili e umani sparsi un po’ ovunque, come se un tempo vi fosse avvenuta una violenta battaglia. È stata trovata anche la tecnologia di Orione e successivamente sono stati scoperti e tradotti scritti alieni multipli e retroingegnerizzati.

La base sotterranea ospitava grandi laghi, oltre a otto volte sigillate, il cui contenuto non è stato reso disponibile dai Grigi.

Da allora sono stati creati e mantenuti ambienti artificiali per ospitare la sempre crescente popolazione lunare. Negli ultimi sessant’anni, è passato da zero a oltre 36.000 esseri umani dalla Terra, selezionati con cura dal governo mondiale.

E, come hanno detto gli Andromedani a Collier, si prevede che crescerà fino a 600.000 nel prossimo futuro.

“Attualmente, l’Ordine Mondiale ha cinquantatre veicoli spaziali di tipo UFO costruiti dalla Terra sulla Luna. Inoltre, altre armi in costruzione sulla Luna sono laser per armi a raggio di particelle, satelliti per bombe nucleari e sistemi d’arma antimateria.

“Le anomalie antigravitazionali sulla Terra sono state utilizzate per inviare attrezzature e hardware sulla Luna. Pine Gap, Australia e Diego Garcia Island nell’Oceano Indiano sono state le principali aree di lancio. Inoltre, la Siberia in Russia è un’altra località”. Operazioni così complesse sulla Luna richiedono una gerarchia altrettanto complessa.

I leader e coloro che hanno l’ultima parola sono i Grigi, ma raramente intervengono loro stessi. Comunicano principalmente la loro volontà attraverso un gruppo chiamato Monaci Neri.

Sebbene originariamente umani, i Monaci Neri sono stati ampiamente modificati per soddisfare i bisogni dei Grigi e “non sono più considerati umani della Terra”.

Direttamente sotto i Monaci Neri c’è un gruppo chiamato Blue Moon. Si compone di forze americane, britanniche, russe e francesi. Questi gruppi operano e controllano le basi lunari, ma hanno anche bisogno di divisioni sulla Terra.

Esistono due di queste organizzazioni, Alpha One e Alpha Two. Collier non era sicuro di Alpha One, ma credeva che avesse a che fare con la raccolta di materiali e risorse sulla Terra e mantenendo la popolazione ignara.

L’Andromedan Moraney ha detto a Collier che Alpha Two è in realtà MJ-12, la famigerata organizzazione incaricata di recuperare e indagare su astronavi aliene.

Se questo è vero, l’organizzazione che riteniamo responsabile di tali progetti segreti è in realtà “in fondo alla scala” e tale scala corre molto più in alto di quanto pensassimo in precedenza.

Fino ad oggi, le affermazioni di Collier devono ancora essere dimostrate, ma respingerle è altrettanto difficile. Il lato più nascosto della Luna è per sempre nascosto alla vista e anche se ci fossero un certo numero di basi aliene lì, non saremmo in grado di notarle.

Ma Alex Collier è irremovibile sulla sua divulgazione e sulle informazioni che ha ricevuto dagli Andromedani.

“Quando gli astronauti dell’Apollo sbarcarono sulla luna, l’Ordine Mondiale era lì da un po’ di tempo. Questa conoscenza e tecnologia sono state trattenute dai livelli inferiori della NASA e dai nostri militari. La NASA è stata usata come un cieco per impedire alle persone di sapere veramente cosa stava succedendo lì. Gli astronauti sono stati messi a tacere sotto le minacce e lo sono ancora oggi”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews