domenica, Giugno 13, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroLa leggenda del mostro della palude di Honey Island

La leggenda del mostro della palude di Honey Island

A breve distanza in auto da New Orleans, in Louisiana, ci sono molti acri di terra paludosa nel profondo della Honey Island Swamp che si dice sia incorrotta, primitiva e incontaminata dall’uomo come ovunque in America.

È proprio per questo motivo che alcuni dicono che potrebbe effettivamente essere possibile per una creatura vivere da queste parti e passare inosservata agli umani… beh, quasi inosservata.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Il primo avvistamento documentato della misteriosa creatura in quest’area avvenne all’inizio di agosto del 1963. Harlan Ford, un controllore del traffico aereo in pensione, e il suo amico Billy Mills tornarono a casa dalla palude con una storia incredibile.

La coppia di cacciatori veterani ha affermato che mentre erano nelle paludi si sono imbattuti in una grande creatura in piedi sopra il corpo di un cinghiale morto. La strana creatura aveva apparentemente squarciato completamente la gola del cinghiale.

Harlan descrisse la creatura come ricoperta di sporchi capelli grigi, con capelli più lunghi che pendevano dalla sua testa. I due stimarono che la creatura pesasse circa 400 libbre e fosse alta circa 7 piedi.

Le enormi dimensioni ei capelli della creatura erano abbastanza spaventosi, ma gli occhi color ambra e l’orribile fetore che emanava dalla creatura erano le due cose che rimasero impresse nella mente di Harlan e Billy da questo incredibile incontro.

Tornato a casa, Harlan ha raccontato alla sua famiglia dell’incontro, ha detto: “Era come niente che avessi mai visto prima. Brutto e sinistro e sembra uscito da un film dell’orrore. Si girò e ci guardò per un momento, poi si lanciò nella palude. Voglio che tu sappia che mi ha spaventato a morte!”

Un calco dell’impronta fatta dal mostro della palude di Honey Island.

Dalla descrizione di Harlan, il mostro è alto sette piedi. Le sue gambe sono snelle ma il petto e le spalle erano enormi e aveva lunghi capelli grigiastri sulla testa e corti capelli grigi sporchi sul corpo.

Aveva anche occhi insoliti, ha detto Harlan, “Erano molto grandi e color ambra e ci guardavano intensamente prima di scappare”. Harlan era un uomo onesto e non gli importava se la gente gli credeva o no.

Mentre la notizia di questa storia si diffondeva a macchia d’olio, la gente del posto sapeva che le storie di questa feroce creatura risalgono a centinaia di anni fa. I nativi americani della zona chiamavano la creatura Letiche e la descrivevano come una creatura mangia carne, simile all’uomo che viveva nell’acqua e sulla terra.

Gli indiani di questa zona credevano che il mostro della palude fosse un tempo un bambino abbandonato allevato dagli alligatori nelle profonde regioni oscure della palude. Cajuns chiamava la creatura Loup Carou, che alcuni dicono significhi lupo mannaro.

Alcuni ricercatori ritengono che il mostro della palude di Honey Island sia imparentato con Bigfoot. Mentre le dimensioni del corpo e la descrizione sono molto simili, le tracce trovate dentro e intorno a Honey Island Swamp non assomigliano a tracce raccolte nel Pacifico nord-occidentale.

Sono a 4 e talvolta a 3 dita, proprio come le tracce scoperte nel sud-est del Texas e in parti della Florida. I calchi realizzati da Harland Ford sono lunghi da dieci a dodici pollici e hanno tre dita lunghe e sottili poste l’una accanto all’altra e una quarta arretrata all’interno, un po’ come un pollice.

Ted Williams ha vissuto nel bayou la maggior parte della sua vita. Era un cacciatore di pelli e lavorava nella palude ogni giorno. Ted sosteneva di aver visto la creatura molte volte e sapeva che ce n’era più di una.

Disse: “Avrei potuto ucciderli, ma non l’ho fatto perché sembrava che non volessero farmi del male. Li vedrei nuotare nel fiume e uscire sulla riva per poi sparire nella palude”.

Un giorno, mentre pescava, uno attraversò il fiume e lo superò. Un giorno Ted ha portato la sua barca in profondità nella palude per impostare le linee di trote. Non fu mai più visto. Nessuno ha mai trovato né lui né la sua barca.

Oggi, si dice che la creatura abiti ancora la palude e il bayou lungo il fiume Peal. La tradizione locale racconta di un incidente ferroviario avvenuto vicino alla palude all’inizio del XX secolo in cui un circo itinerante ha perso degli scimpanzé che si sono adattati all’ambiente e offrono una potenziale spiegazione sulle origini della creatura.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews