mercoledì, Luglio 28, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroGli universi paralleli possono spiegare il Déjà Vu

Gli universi paralleli possono spiegare il Déjà Vu

Hai mai avuto un’esperienza di déjà vu? È la sensazione, o l’impressione, di aver già assistito o vissuto una situazione attuale. Il termine déjà vu è francese e significa, letteralmente, “già visto”.

È un fenomeno piuttosto comune, ma poco compreso. La maggior parte di noi ha sperimentato l’essere in un posto nuovo e la certezza di esserci già stati prima, ma abbiamo difficoltà a capire come sia possibile.

Metti Mi piace su anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Per molto tempo, questa sensazione inquietante è stata attribuita a tutto, dai disturbi paranormali ai disturbi neurologici.

Negli ultimi anni, quando più scienziati hanno iniziato a studiare questo fenomeno, sono emerse una serie di teorie sul déjà vu, che suggeriscono che non si tratta semplicemente di un problema tecnico nel sistema di memoria del nostro cervello.

Gli psicologi hanno suggerito che il déjà vu può verificarsi quando aspetti specifici di una situazione attuale assomigliano ad alcuni aspetti di situazioni precedenti. Se c’è molta sovrapposizione tra gli elementi delle situazioni nuove e vecchie, si ottiene una forte sensazione di familiarità.

Spiegazioni alternative associano il déjà vu alla profezia, ai ricordi di vite passate, alla chiaroveggenza o a un cartello mistico che indica il compimento di una condizione predeterminata nel viaggio della vita.

Qualunque sia la spiegazione, il déjà vu è certamente un fenomeno universale per la condizione umana, e la sua causa fondamentale è ancora un mistero .

Una copia di te stesso che vive in un universo parallelo è il motivo per cui provi un déjà vu?

Un’altra possibilità intrigante è che ci sia una connessione nascosta tra il déjà vu e l’esistenza di universi paralleli.

Come alcuni già sanno, il multiverso è una teoria in cui il nostro universo non è l’unico, ma afferma che esistono molti universi paralleli tra loro. Questi universi distinti all’interno della teoria del multiverso sono chiamati universi paralleli.

Il Dr. Michio Kaku spiega una teoria dietro il déjà vu e chiede: “È mai possibile su qualsiasi scala forse capovolgere tra universi diversi?”

Secondo il Dr. Kaku, la fisica quantistica afferma che esiste la possibilità che il déjà vu possa essere causato dalla tua capacità di “capovolgere tra universi diversi”.

Il Dr. Kaku cita, il professor Steve Weinberg, il famoso fisico teorico e vincitore del premio Nobel, sostiene l’idea di un multiverso. Weinberg dice che ci sono un numero infinito di realtà parallele che coesistono con noi nella stessa stanza.

“Ci sono centinaia di onde radio diverse che vengono trasmesse intorno a te da stazioni lontane. In ogni momento, il tuo ufficio, la tua auto o il tuo soggiorno sono pieni di queste onde radio. Tuttavia, se accendi una radio, puoi ascoltare solo una frequenza alla volta; queste altre frequenze non sono in fase tra loro.

Ogni stazione ha una frequenza diversa, un’energia diversa. Di conseguenza, la tua radio può essere impostata su una sola trasmissione alla volta.

Allo stesso modo, nel nostro universo siamo sintonizzati sulla frequenza che corrisponde alla realtà fisica.

Ma ci sono un numero infinito di realtà parallele che convivono con noi nella stessa stanza, anche se non possiamo sintonizzarci su di esse».

Mentre la tua radio è sintonizzata per captare una certa frequenza e quindi una singola stazione radio, il nostro universo è costituito da atomi che oscillano a una frequenza unica alla quale gli altri universi non vibrano.

Gli universi di solito non sono “in fase”, cioè vibrano alla stessa frequenza, tra loro a causa delle divisioni causate dal tempo, ma quando sono “in fase” è teoricamente possibile “muoversi avanti e indietro” tra gli universi.

Quindi, sebbene sia “incerto”, potrebbe essere possibile che quando stai vivendo un déjà vu, stai “vibrando all’unisono” con un universo parallelo, spiega il dott. Kaku.

Forse le nostre esperienze di déjà vu sono una finestra su un universo parallelo.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews