venerdì, Settembre 17, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieAutostrade passa alla Cdp, via libera a grandissima maggioranza dai soci di...

Autostrade passa alla Cdp, via libera a grandissima maggioranza dai soci di Atlantia

MILANO – Con un plebiscito popolare i soci di Atlantia riuniti in assemblea hanno votato a favore della vendita dell’88% di Autostrade per l’Italia al consorzio guidato da Cdp (51%) e dai fondi Blackstone (24,5%) e Macquarie (24,5%).

L’assise ha registrato un’affluenza pari al 70,39% del capitale, confermandosi non solo la più attesa di sempre, ma anche una di quelle che ha coagulato la partecipazione di oltre 1.200 investitori di vario tipo.

L’86,86% dei presenti (e oltre il 61% del capitale sociale), ovvero oltre 1.100 soci tra quelli che hanno partecipato, ha votato a favore dell’offerta che valuta il 100% di Aspi 9,3 miliardi, senza considerare gli eventuali ristori. L’assemblea era ordinaria, ma se anche fosse stata straordinaria, e quindi avesse richiesto la presenza di un quorum maggiorato pari ai due terzi dei presenti, l’esito sarebbe stato lo stesso.

Autostrade, quasi tre anni dopo la tragedia del ponte Morandi il controllo torna allo Stato. E Atlantia incassa circa 8 miliardi

di

Sara Bennewitz

31 Maggio 2021

Oltre alla Edizione holding dei Benetton (30,2%) e alla Crt (5,5%), anche la maggior parte degli investitori istituzionali ha dato il suo placet alla vendita delle Autostrade tricolori. Anche il fondo hedge Tci, che spesso aveva criticato il management, sarebbe tra coloro che hanno votato favore. Solo il 12,75% dei presenti ( e l’8,9% del capitale) avrebbe invece votato contro l’offerta di Cdp.

Atlantia riparte senza Autostrade con una dote da 7,2 miliardi

di

Sara Bennewitz

31 Maggio 2021

La decisione definitiva sarà comunque presa dal cda il 10 giugno e l’accordo con Cdp dovrebbe essere siglato entro fine giugno. Il closing dovrebbe invece arrivare entro fine anno e comunque non oltre il 31 marzo 2022. Secondo gli analisti di Equita si attende una reazione positiva del titolo in caso di accettazione dell’offerta del consorzio Cdp. L’azione in Borsa fin dai primi scambi è volata in rialzo in attesa di voltare pagine dopo la lunga trafila e le incertezze, che proseguono da 34 mesi, ovvero da quando il 14 agosto del 2018 crollò il Ponte Morandi.

Atlantia nell’operazione si è avvalsa della consulenza di Mediobanca, Goldman Sachs, Jp morgan e Morgan Stanley; Cdp di Credit Suisse; Blackstone di Lazard e Macquarie di Rothschild.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews