In neanche un mese dall’apertura a Firenze, il nuovo ristorante Sophia Loren, come la celebre diva di cui porta il nome, si fa notare. Ma non per un buon motivo: è stato chiuso per aver violato il coprifuoco.

18 giorni, per la precisione, da quando è stato aperto a Firenze il primo ristorante a marchio Sophia Loren– Original Italian Food, prima di essere chiuso. Una sorta di record. I vigili urbani sono intervenuti nel locale alle 22.20, in pieno coprifuoco, riscontrando una violazione: sedute ai tavoli, si trovavano ancora decine di persone intente a mangiare .

Sebbene questa sia la prova che il ristorante stia riscontrando un discreto successo da parte del pubblico, la legge è uguale per tutti. Gli agenti hanno provveduto a ratificare ai titolari del ristorante una doppia sanzione: multa e chiusura per un intero giorno. Il ristorante riaprirà domenica 16 maggio.

Il ristorante in via Brunelleschi a Firenze è il primo locale di quella che sarà una vera e propria catena dedicata all’attrice napoletana, che fa parte dell’ambizioso progetto di Luciano Cimmino, imprenditore già conosciuto per la Pianoforte Holding, proprietaria di popolari brand come Yamamay e Carpisa. È già prevista l’apertura di nuovi locali a nome “Sophia Loren” sia in Italia sia all’estero. Si parla di Napoli (ovviamente), ma anche di Milano e Dubai, Miami, Hong Kong e Shangai.

[ Fonte: il Corriere della Sera ]