domenica, Giugno 13, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMusicaA Salisburgo «Trionfo del Tempo e del Disinganno» di Händel con Cecilia...

A Salisburgo «Trionfo del Tempo e del Disinganno» di Händel con Cecilia Bartoli

Ripartono i concerti in presenza del pubblico, per quanto in questo scorcio finale di Stagione. Così riapre le porte la milanese Orchestra Verdi, fra Mozart e Beethoven. Così l’Orchestra e il Coro dell’Accademia di S. Cecilia, a Roma; due programmi in successione per il Coro, molto ben impaginati, fra la Parigi rossiniana e la Vienna di Brahms. Ma ripartono anche i festival d’oltralpe, come quello di Pentecoste, a Salisburgo, dove ci immergiamo nelle teatrali allegorie di Händel, con Cecilia Bartoli.

Loading…

Milano

Il 19-20 all’Auditorium di Milano ripartono i concerti con il pubblico dell’Orchestra Verdi , con il direttore Krzysztof Urbański e il pianista Dejan Lazič. Un programma tripartito, che affianca Mozart e Beethoven. Ascoltiamo il Concerto per K. 488 di Wolfgang Amadeus Mozart, composto nel 1786 e tra i più eseguiti. Di tutt’altra fattura l’Ouverture del Coriolano, composta da Beethoven nel 1807, nei tumulti emotivi che precedono la stesura della Quinta Sinfonia. Fa da contraltare a questo lavoro la Prima Sinfonia, sempre di Beethoven; composizione che ancora risente dello stile di Mozart e Haydn. La Stagione prosegue fino al 15 luglio.

Roma

Il 22 all’Auditorium Parco della Musica due concerti (alle 17 e alle 19.30) con il pubblico del Coro di S. Cecilia, con il suo direttore Piero Monti. Due programmi diversi e ben impaginati. Nel primo, intitolato “Un italiano a Parigi – Rossini & C.”, ci divertiamo con alcuni dei “Péchés de vieillesse” che Rossini presentava agli amici nella sua casa di Passy, dal “Petit train de plaisir” ai “Gondolieri”. Il secondo programma è invece un tutto-Brahms,tra Vienna e Budapest, sempre con pezzi scritti per una riunione amicale, con vertici come i “Liebeslieder-Walzer” e gli “Zigeunerwalzer”.

Salisburgo

Dal 21 al 24 ritorna il Festival di Pentecoste, dopo lo stop 2020. Il titolo scelto dalla direttrice artistica Cecilia Bartoli è “Roma Aeterna”. Ricordiamo in particolare le due recite, il 21 e 23, del “Trionfo del Tempo e del Disinganno”, di Georg Friderich Händel, con Cecilia Bartoli, direttore Gianluca Capuano, regia di Robert Carsen; l’orchestra sono I Musiciens du Prince – Monaco. E’ un oratorio, scritto su testo del cardinale Benedetto Pamphilj, ma possiede un’evidente teatralità.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews