mercoledì, Giugno 16, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroL'antica tribù degli uomini senza testa

L’antica tribù degli uomini senza testa

Blemmyae o Blemmyes noto anche come Ewaipanoma erano una tribù africana di uomini senza testa originaria della Libia e dell’Etiopia. Sono stati descritti anche nelle antiche storie romane che hanno minacciato l’Egitto romano alcune volte nel III secolo d.C.

I loro volti erano sul petto, il loro nome si traduce in occhi di petto. Il primo riferimento indiretto ai Blemmy si trova in Erodoto, “Storie”, dove li chiama akephaloi (greco: ἀκέφαλοι “senza testa”).

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Nell’antichità, si diceva che l’attuale tribù nota come Blemmyes prendesse il nome dal re Blemys (Βλέμυς). In varie fonti medievali, si dice che i blemmi siano alti sei, otto o anche dodici piedi e forse la metà di larghezza. Inoltre, vengono spesso segnalati come cannibali.

Tribù Blemmyes, Fig. Credito: Hondius, Jodocus, 1563-1612 (incisore); Hulsius, Levinus, -1606 (stampante); Sir Walter Raleigh (autore)

Mela (un geografo romano, 43 dC) fu il primo a nominare i “Blemmi” dell’Africa come senza testa con la faccia sepolta nel petto. Plinio il Vecchio nella Storia Naturale riporta la tribù Blemmyae del Nord Africa come “senza testa, le loro bocche e gli occhi sono seduti nei loro seni”. Plinio colloca le Blemmie da qualche parte in Etiopia (in, o nelle terre vicine alla Nubia).

Nel “Roman d’Alexandre en prose”, la tribù senza testa di colore dorato incontrata da Alessandro misurava solo 6 piedi di altezza e aveva la barba che arrivava alle ginocchia.

Nella versione francese, Alexander cattura 30 dei senza testa per mostrarli al resto del mondo, un elemento che manca nell’originale latino. Altri libri di Alexander che contengono l’episodio di persone senza testa sono la storia d’amore di Thomas de Kent e la cronaca di Jean Wauquelin.

Nel 1211 d.C., un esploratore di nome Fermes affermò di aver trovato una tribù di “uomini senza testa, che hanno gli occhi e la bocca sul petto” che vivevano su un’isola in Etiopia, aggiungendo che erano alti 366 centimetri (12 ′). E 100 anni dopo, anche Sir John Mandeville affermò di averli visti.

Nel tardo medioevo, iniziarono ad apparire mappe del mondo che localizzavano le persone senza testa più a est, in Asia, come la mappa di Andrea Bianco (1436) che raffigurava persone che “non hanno tutti la testa (omines qui non abent capites)” in India, sulla stessa penisola del paradiso terrestre.

Ma altre mappe del periodo, come quella di Andreas Walsperger (1448 circa), continuarono a localizzare i senza testa in Etiopia. La mappa post-medievale di Guillaume Le Testu illustra i cinocefali senza testa e dalla testa di cane a nord oltre le montagne dell’Himalaya.

L’ammiraglio e cartografo ottomano Piri Reis ha raffigurato un blemmye in Sud America (vicino alla costa del Brasile, per essere precisi) sulla sua mappa del mondo, pubblicata nel 1513. Accanto al disegno, spiega: “Queste bestie selvagge raggiungono una lunghezza di sette campate [5′ 3″].

Alexander incontra gli uomini senza testa (gens sans teste), miniatura dalla Historia de proelis in francese.

Tra i loro occhi c’è una distanza di un solo arco [9″]. Eppure si dice che siano anime innocue “. Quindi, questi blemmi sono un po ‘più piccoli dei loro cugini del Vecchio Mondo e apparentemente meno ostili agli umani.

Lo stesso Sir Walter Raleigh insisteva che la tribù dei Blemmyes fosse reale. Nel 1595 riferì che:

“Lungo il fiume Caora, viveva una nazione di persone le cui teste non appaiono sopra le loro spalle che, sebbene possa essere considerata una semplice favola, tuttavia per parte mia sono deciso che è vero perché ogni bambino nelle province di Arromaia e Canuri afferma lo stesso. Si chiamano Ewaipanoma.

“Si dice che abbiano gli occhi sulle spalle e la bocca al centro del seno, e che una lunga ciocca di capelli cresca all’indietro tra le spalle”. (Scoperta della Guyana, ortografia e punteggiatura aggiornate)

Raleigh riferì che questi blemmi vivevano nella stessa area generale della favolosa città di Manoa, che gli spagnoli chiamavano El Dorado.

Sezione della mappa di Piri Reis raffigurante un blemmye

Gli ewaipanomi furono raffigurati su numerose mappe successive usando il racconto di Raleigh come riferimento. Jodocus Hondius li incluse nella sua carta della Guyana del 1598 e in una mostra di vari popoli amerindi in una mappa del Nord America pubblicata nello stesso anno.

Cornelis Claesz, che aveva lavorato al fianco di Hondius in numerose occasioni, riprodusse questa rappresentazione in una mappa delle Americhe del 1602, ma modificò l’Ewaipanoma in modo che possedesse una vera testa ma priva di collo, ponendo la testa della figura all’altezza delle spalle.

Gli ewaipanomi iniziarono a diminuire in popolarità come motivo cartografico dopo questo punto; La mappa del mondo di Hondius del 1608 non li include, ma si limita a notare che gli uomini senza testa sono segnalati in Guyana mentre si mettono in dubbio la veridicità di queste affermazioni. La mappa del mondo del 1619 di Pieter van den Keere, che include una figura senza collo simile a Claesz in un’esibizione di tribù amerindi, è l’ultima a raffigurare Ewaipanomas.

Fonte: unmyst3.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews