lunedì, Giugno 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeScienzaPericolo narcisisti in azione! - Il Sole 24 ORE

Pericolo narcisisti in azione! – Il Sole 24 ORE

«I tacchi tripli da far eccellere la su’ naneria: e nient’altro»: è folgorante Carlo Emilio Gadda quando si tratta di fustigare i narcisi. Anche se è proprio lui a ricordarci che «il meccanismo auto-erotico allogasi, qual più qual meno, in tutte le anime». Siamo tutti narcisisti.

Disturbo narcisistico di personalità

Ma non nello stesso modo. Soprattutto non tutti abbiamo un disturbo narcisistico di personalità, che è quando i tratti narcisistici si fanno così marcati da interferire con l’intera vita psichica e relazionale. Il narcisismo ci costringe a fare i conti con domande a cui non vorremmo rispondere: valgo qualcosa? Quanto conta per me il giudizio degli altri? Ho bisogno di sentirmi importante? Sono invidioso? Uso gli altri per i miei scopi? Li disprezzo, li seduco, li temo? Sono gentile solo per esser benvoluto? Combattendo fin da piccoli con queste domande, inesorabilmente legate allo sguardo di chi ci ha cresciuto, da adulti possiamo diventare arroganti, pretenziosi, privi di empatia, manipolatori, convinti di meritare un trattamento speciale. Ma anche timidi, timorosi del giudizio, vulnerabili alla critica, vergognosi di ciò che siamo e invidiosi di ciò che non abbiamo. Sono le due facce della stessa medaglia che gli psichiatri in vena dicotomica definiscono narcisismo overt e covert. Una medaglia che porta l’effige di Charles Foster Kane in Quarto potere, Jordan Belfort in The Wolf of Wall Street, Stéphane Lachaux in Un cuore in inverno, Jasmine Francis in Blue Jasmine e dell’indimenticabile Norma Desmond nel Viale del tramonto.

Loading…

Funambolo dell’autostima

Funambolo dell’autostima, il narcisista cammina su una corda tesa tra un sano amor proprio e la sua patologica celebrazione. Pieno di sfumature e riflessi, il narcisismo è un mare di possibilità. Circa trent’anni fa uno psicoanalista inglese, Herbert Rosenfeld, propose di distinguere i narcisisti “a pelle spessa” (thick skin, grandiosi, svalutanti, sicuri di piacere molto) da quelli “a pelle sottile” (thin skin, fragili, timorosi delle critiche, preoccupati di non piacere abbastanza). Anche se in modi opposti, entrambi testimoniano un fallimento nella regolazione dell’autostima, l’incapacità di raggiungere un equilibrio tra l’affermazione di sé e il riconoscimento dell’altro. L’esperienza analitica, ma anche la frequentazione di amici e colleghi (e naturalmente di se stessi!), insegnano che le due forme del narcisismo tendono a coesistere, magari in occasioni diverse, nello stesso individuo. In molti casi altro non sono che due smorfie dello stesso volto alle prese con il dramma del proprio valore: il narcisista vulnerabile è sempre legato alla sua parte grandiosa, il narcisista grandioso cova sentimenti d’inadeguatezza e teme l’insuccesso. Anche se ci appaiono diversi come giorno e notte, il narcisista arrogante e quello fragile condividono la posizione egocentrica, poco interesse per gli altri, fantasie onnipotenti coltivate più o meno in segreto, sentimenti di invidia e inautenticità.

Il narcisista di pelle spessa

A partire da questa base comune, il narcisista di pelle spessa (ancora Gadda, geniale, parla dell’«impenetrata pelle dello ippopotamo egolatra») riflette i tratti legati al dominio aggressivo, mentre quello di pelle sottile cova una grandiosità taciturna perché minata dall’inadeguatezza. I narcisisti vulnerabili hanno mille antenne, sono ipersensibili alla critica e facili a sentirsi feriti nell’amor proprio. Se nel caso a pelle sottile c’è il vissuto degli affetti negativi, in quello a pelle spessa c’è il terrore di sperimentarli. È il caso della vergogna: inaccessibile alla coscienza nei quadri grandiosi e presenza insidiosa in quelli vulnerabili.

Tra questi estremi c’è il narcisismo cosiddetto “sano”. Lo descriverei come la consapevolezza e la convinzione del proprio valore, una buona regolazione dell’autostima, un’equilibrata soddisfazione per le proprie capacità e i propri successi. Una specie di gioia di sé, magari intermittente, ma capace di sostenerci senza spingerci a rivalità o attacchi invidiosi. È una collaborazione costruttiva tra l’attenzione allo sguardo altrui e la fiducia nel proprio, l’equilibrio tra il bisogno di riconoscimento e la capacità di farne a meno. Un amor proprio senza presunzione e la capacità felice di provare gratitudine. Nell’arcipelago dei narcisismi potremmo collocare quello sano a metà di una curva con due estremi patologici: da una parte un’immagine troppo negativa di sé, con sentimenti di inferiorità e impotenza; dall’altra un’immagine troppo positiva di sé, con sentimenti di superiorità e onnipotenza. Attenzione: questi ultimi possono tingersi di sadismo e impennarsi fino a configurare le forme gravi del narcisismo maligno o addirittura psicopatico. Se avete visto la serie The Undoing, quella con Hugh Grant e Nicole Kidman, sapete a cosa mi riferisco.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews