mercoledì, Giugno 16, 2021
Disponibile su Google Play
HomeSportAtlete, le scelte tra sport e figli e i diritti tutti da...

Atlete, le scelte tra sport e figli e i diritti tutti da conquistare

C’è un filo rosso che torna in tutte le storie di mamme sportive. «Un anno fa ho dovuto scegliere», confessa oggi Elisa Di Francisca, fiorettista che ci ha fatto emozionare con i suoi allori olimpici e con quella bandiera della Ue sventolata sul podio dell’argento a Rio perché per rispondere al terrorismo serve unione. E prosegue: «La pandemia stava conquistando il mondo, le gare della scherma non ripartivano, tutto mi sembrava così faticoso, i Giochi venivano rimandati al 2021 e io avevo fretta di vivere». E di dare un fratellino al primo figlio, Ettore, nato nel 2017.

Proprio in questi giorni, quel passo umanissimo verso la vita, metterà fra le braccia di mamma Elisa, papà Ivan e di Ettore un pupetto di nome Brando: «Sentivo scapparmi di mano gli anni, sapevo di rinunciare alla mia ultima Olimpiade e di lasciare uno sport amatissimo di cui ero dipendente, uno sport senza discriminazioni che mi ha sempre concesso di avere vicino il mio primo figlio: Brando è la risposta alla sete di vita e al desiderio di aprire nuove vie dopo l’agonismo». Che Elisa Di Francisca, fra vittorie (infinite) e sconfitte (rare), fra sbagli e rinunce, ha raccontato con potente genuinità in Giù la maschera. Confessioni di una campionessa imperfetta (scritto con Gaia Piccardi per i tipi di Solferino).

Mamme volanti

Altra grande assente ai Giochi di Tokyo sarà Tania Cagnotto, nostra signora dei tuffi e mamma volante. Ha lasciato il trampolino da 3 metri, gli allenamenti massacranti per dare a Maya una sorellina, Lisa, nata a inizio marzo: «Sono stata molto combattuta, tutta quella incertezza durante il primo lockdown, i Giochi rinviati, un altro anno di rinunce, di possibili sensi di colpa verso Maya per le mie assenze. Nei giorni scorsi ho visto le gare di Coppa del Mondo di Tokyo: gli azzurri hanno ottenuto i pass olimpici. Avrei voluto essere lì, abbracciarli ma la pandemia impone così tanti vincoli. Un po’ di nostalgia c’è, ma che Olimpiade sarà? La città blindata, tutti chiusi nelle camere: sì, sto proprio bene qui con le mie bimbe». E continua a passeggiare felice nel sole.

Mamme in sella

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews