giovedì, Maggio 6, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareInsalate pronte all’uso, scadenza più lunga per tornare a crescere

Insalate pronte all’uso, scadenza più lunga per tornare a crescere

La frenata delle vendite di insalate in busta pronte all’uso è solo un episodio legato ai cambiamenti del modo di fare la spesa durante la pandemia. Il settore – che vale 814 milioni di euro – ripartirà quest’anno. E crescerà ancora soprattutto se saranno messe in campo nuove regole per il comparto. Ne è convinto Andrea Montagna, presidente del Gruppo IV Gamma di Unione italiana food e amministratore delegato di Bonduelle Italia, confortato anche dal dato registrato a marzo, che segna una ripresa del 6,3% dei consumi su base annua.

Le verdure fresche pronte per il consumo – già pulite, lavate e asciugate, cioè la IV gamma dell’ortofrutta, per l’80% composta da insalata confezionata – hanno subito la prima frenata dopo anni di crescita: secondo Ismea nel 2020 gli acquisti nei supermercati sono calati del 4,1% in quantità e del 5,6% in valore. E anche se nei primi due mesi del 2021 le vendite hanno messo a segno un +1,1% in termini di volume anno su anno, i prezzi medi inferiori hanno lasciato in terreno negativo la spesa complessiva (-1,4%).

Loading…

Si potrebbe pensare a un cambiamento di abitudini di consumo legato al maggior tempo passato in casa e alla riscoperta di una “cucina lenta” da parte degli italiani. Ma è anche vero che gli acquisti del preconfezionato in altri segmenti hanno vissuto un vero e proprio boom durante il lockdown. L’esempio tipico è quello degli affettati: praticamente per tutti i salumi, il consuntivo del 2020 sta raccontando del calo del servizio al banco a favore di una esplosione dei preaffettati in vaschetta. Perché dunque la IV gamma non ha registrato lo stesso trend?

«Il lockdown ha favorito le vendite in negozi di vicinato e minimarket rispetto ai supermercati di superfice più ampia – argomenta Montagna –dove i nostri prodotti sono meno presenti. Ma ancora di più le difficoltà sono state legate alla scadenza del prodotto che non è abbastanza lunga. Soprattutto nel primo lockdown veniva sconsigliato di andare spesso a fare spesa, e c’è stata la tendenza a fare scorte di alimenti che si potessero conservare a lungo». Nell’ortofrutta sono stati infatti avvantaggiati gli ortaggi come ad esempio le patate e i surgelati. «La IV gamma – continua Montagna – invece ha una durata media di sette giorni. Negli Stati Uniti, dove la durata è di quattordici giorni, durante la pandemia c’è stata una crescita del settore».

L’allungamento della shelf life dei prodotti di IV gamma – la “vita a scaffale” e dunque la durata del periodo tra il confezionamento e la scadenza indicata sulla confezione – è un’istanza che Unione Italiana Food aveva già posto prima dell’emergenza Covid e che ora vuole rimettere all’ordine del giorno. «Abbiamo chiesto l’apertura di un tavolo di lavoro con i ministeri dell’Agricoltura, della Salute e dello Sviluppo economico e con tutte le componenti della filiera, dalle aziende agricole ai produttori e ai distributori, per concordare regole più stringenti, che vanno dalla lavorazione al confezionamento. La temperatura da mantenere lungo tutta la filiera va abbassata ad esempio a sei gradi. Più basse temperature e protocolli più rigorosi possono garantire una più lunga durata del prodotto. Noi abbiamo già voluto la legge del 2014 che è tra le più avanzate al mondo e vogliamo migliorarla. La IV gamma va anche distinta da altri nuovi prodotti sul mercato come le verdure da culture idroponiche o i preparati non lavati».

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews