mercoledì, Giugno 16, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMusicaBritney Spears, tutela padre, demenza, documenti

Britney Spears, tutela padre, demenza, documenti

A lanciare la bomba è stato il The Sun e ripreso anche dal The Evening Standar, Secondo quanto riportato, Jamie Spears, mentre presentava documenti per controllare le sue finanze quasi dieci anni fa, avrebbe lasciato intendere che la pop star soffrisse di demenza.

L’affermazione è pronta per essere discussa nel prossimo documentario della BBC sul cantante, intitolato The Battle for Britney.

Secondo quanto emerso, l’uomo avrebbe spuntato una casella che diceva “posizionamento o trattamento della demenza” come motivo per mantenere la tutela della tenuta del cantante che è stata istituita nel 2008, come si vede nei documenti mostrati nel documentario, prossimamente disponibile.

Sarebbe questo, quindi, il motivo della tutela di Britney Spears, applicata nel febbraio 2008.

A svelare questo dettaglio, sarebbe stato il giornalista Mobeen Azhar:

“Ci sono solo due opzioni con questa notizia. Britney potrebbe avere la demenza. Ora non sono un medico, ma se è così, il mondo non lo sa. Ma l’altra opzione è in realtà più sinistra. Questa è l’idea che lei non soffra di demenza, ma il team di tutela ha suggerito che ce l’ha perché vogliono far passare la tutela. E se è così, allora sarebbe terrificante”

La tutela è stata istituita nel 2008 dopo un anno in cui Britney ha divorziato il ballerino di sostegno Kevin Federline, 43 anni, si è rasata la testa, ha attaccato l’auto di un fotografo con un ombrello ed è entrata in rehab

Questa decisione indicherebbe che la cantante non potrebbe prendere decisioni finanziarie o professionali senza l’approvazione di suo padre.

Nei mesi scorsi, a prendere la parte di Britney Spears, sono stati l’ex manager della cantante e anche l’attuale compagno.

“Ora è importante che le persone capiscano che non ho alcun rispetto per qualcuno che cerca di controllare la nostra relazione e che crea continuamente ostacoli tra di noi. Secondo il mio pensiero, Jamie è un totale c0glione. Non entrerò nei dettagli perché ho sempre rispettato la nostra privacy ma allo stesso tempo non sono venuto in questo Paese per non poter esprimere la mia opinione e libertà”

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews