lunedì, Giugno 21, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareGrana Padano, crescono i consumi e l’export. Obiettivo 6 milioni di forme

Grana Padano, crescono i consumi e l’export. Obiettivo 6 milioni di forme

«La pandemia non ferma il Grana Padano che si conferma il prodotto Dop più consumato al mondo con un totale di 5.255.451 forme prodotte pari al +2,2% rispetto al 2019. Rimanere in casa ha favorito e compensato ciò che si è perso nella ristorazione e i consumi sono andati decisamente bene sia in Italia che all’estero. Il 2020 è stato quindi un anno che ci ha dato buoni risultati sui consumi complessivi ma che speriamo di non rivivere, anzi di tornare quanto prima alla normalità perché, al di là dei buoni risultati economici, ha portato con sé dolori, preoccupazioni e gravi lutti». Soddisfazione per l’andamento economico in un anno che tutti però vogliamo al più presto dimenticare, insomma, nelle parole del presidente del Consorzio Tutela Grana Padano, Renato Zaghini, durante l’Assemblea Generale della Dop.

I consumi in Italia sono cresciuti del 6,4% nel retail e dell’1,5% negli altri canali nonostante le chiusure causa Covid, con 2,9 milioni di forme vendute. Altre 2,1 milioni sono state destinate all’estero, che registra così una crescita del +3,4%.

Loading…

Gli obiettivi dei prossimi anni

«Con questi numeri il Grana Padano si conferma il più importante player di latte italiano, consolidando altresì la sua posizione di prodotto Dop più consumato al mondo – conferma Stefano Berni, direttore Generale del Consorzio –. Numeri che ci consentono di guardare al futuro con speranza e di impostare l’agenda del prossimo quadriennio (2021-2024) sulla base di tre parole d’ordine: sostenibilità ambientale, benessere animale e salubrità».

L’obiettivo è naturalmente quello di continuare a far crescere le vendite e quindi le produzioni, «nel rispetto della qualità del prodotto e del benessere dell’ambiente e dell’intera filiera». Per farlo il Consorzio si è affidato anche alla consulenza di Kpmg.Nel quadriennio 2021-2024 il Consorzio «ha l’ambizione – si legge in una nota – di fare accrescere i consumi da un minimo dell’11% fino al desiderato +24%, ricordando che il trend consumi degli ultimi dieci anni si è attestato su un eccellente +2,1% annuo». L’obiettivo è superare, entro la fine del 2024, i 6 milioni di forme prodotte.

Export e origine della produzione

L’Europa assorbe quasi l’84% delle esportazioni (+5% sul 2019); la Germania, con una crescita del 7,2%, consolida sempre più la posizione di primo mercato di sbocco, seguito da Francia, Benelux (Belgio, Olanda e Lussemburgo). Calano di quasi il 9% gli Stati Uniti dove si è sentito l’effetto dazi, che si spera possano essere definitivamente superati a breve.

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews