venerdì, Giugno 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturaChi soffre di allergie può fare il vaccino anti Covid?

Chi soffre di allergie può fare il vaccino anti Covid?

Chi soffre di allergie può fare il vaccino anti Covid?

Chi soffre di allergie può fare il vaccino anti Covid? La risposta è si, ma con le dovute eccezion. Scopri cosa spiegano gli esperti

Chi soffre di allergie può fare il vaccino anti Covid? E in quali casi è necessario consultare il medico, o ancor meglio rivolgersi a uno specialista, prima di prenotare il vaccino? Da alcuni mesi a questa parte, molte persone hanno manifestato una certa paura nei confronti dei vaccini. A cercare di fare chiarezza sulla questione è un nuovo studio condotto dagli allergologi del Massachusetts General Hospital (Mgh) e pubblicato sul “Journal of Allergy and Clinical Immunology: In Practice”.

Gli autori hanno preso in esame un campione di 60.000 persone che avevano ricevuto i vaccini Johnson&Johnson, il Pfizer e il Moderna. Grazie al loro lavoro, hanno constatato che chi soffre di determinati tipi di allergie può ricevere il vaccino anti Covid.

Chi soffre di allergie può fare il vaccino anti Covid

In particolar modo – spiegano i ricercatori – le persone che soffrono di gravi allergie agli alimenti, ai farmaci orali, al lattice, alle punture o al veleno delle api, possono sottoporsi alla vaccinazione.

In generale, gli esperti spiegano che le reazioni allergiche al vaccino contro il Covid sono estremamente rare. Bisogna però prestare particolare attenzione per coloro che hanno manifestato un’allergia al polietilenglicole, ovvero uno dei componenti dei vaccini. Questi soggetti dovrebbero rivolgersi a uno specialista prima di sottoporsi alla vaccinazione.

Con l’esperienza, siamo stati in grado di restringere in modo significativo il gruppo di pazienti con precedenti allergie che richiedono una valutazione specialistica prima della vaccinazione contro il Covid-19. Ora consigliamo solo ai rari individui che hanno avuto una recente grave reazione allergica al polietilenglicole, un ingrediente dei vaccini, di rivolgersi a uno specialista per una valutazione, che può includere anche dei test cutanei.

L’obiettivo dei ricercatori è quello di permettere a quante più persone possibile di accedere alle vaccinazioni. Per far ciò, sarà necessario fugare ogni possibile dubbio o timore in merito ai potenziali effetti indesiderati.

via | Ansa
Foto di LuAnn Hunt da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews