giovedì, Giugno 24, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaRipple quoterà l'azienda in borsa dopo aver risolto la disputa legale con...

Ripple quoterà l’azienda in borsa dopo aver risolto la disputa legale con la SEC?

Secondo il CEO di SBI Group, Ripple non ha rinunciato ai suoi piani di quotazione in borsa, nonostante la battaglia legale in corso con i regolatori statunitensi.

Yoshitaka Kitao, CEO del gigante finanziario giapponese SBI Group, ha affermato che Ripple intende quotare l’azienda in borsa dopo la risoluzione dell’azione legale intentata dalla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti.

Durante una riunione con gli investitori avvenuta mercoledì, Kitao ha spiegato che il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, e il presidente esecutivo, Chris Larsen, stanno progettando una quotazione pubblica:

“Al termine dell’attuale azione legale, Ripple diventerà pubblica. Il CEO vuole farlo. Chris vuole farlo.”

Kitao ha aggiunto che l’investimento di SBI in Ripple darà i suoi frutti in seguito a una potenziale quotazione pubblica, sottolineando che SBI è il più grande azionista esterno di Ripple.

Kitao ha inoltre previsto che il consorzio blockchain R3, un’altra compagnia del settore attivamente supportata da SBI, verrà quotata in borsa in futuro.

“Investiamo in società fintech, adottiamo queste tecnologie nel nostro gruppo e le diffondiamo in tutto il settore. Questa è la strategia di base di SBI Group,” ha dichiarato Kitao.

L’anno scorso, Garlinghouse ha accennato a una potenziale offerta pubblica iniziale, prevedendo che le IPO sarebbero diventate più diffuse nel settore. “Nei prossimi 12 mesi, vedrete IPO nel settore crypto/blockchain. Non saremo i primi e non saremo gli ultimi, ma credo che saremo tra i leader. È un’evoluzione naturale per la nostra compagnia,” ha commentato.

Come segnalato in precedenza da Cointelegraph, a dicembre 2020 la SEC ha intentato una causa contro Ripple Labs, Garlinghouse e Larsen, definendo XRP un’offerta di security non registrate da 1,3 miliardi di dollari. La compagnia è riuscita a ottenere una serie di vittorie legali, portando nuove speranze agli investitori in merito all’esito del processo e spingendo il prezzo di XRP oltre 1,4$, livello intoccato da gennaio 2018.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews