martedì, Giugno 22, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiarePrimitivo di Manduria, in un anno cresce del 26 per cento

Primitivo di Manduria, in un anno cresce del 26 per cento

Da 17 milioni di litri, 22,7 milioni di bottiglie ed un fatturato complessivo di 147,5 milioni di euro del 2019 a oltre 28 milioni di bottiglie, 21 milioni di litri ed un giro d’affari di oltre 182 milioni di euro del 2020. Mettendo a segno, nel giro di un anno, un +26 per cento, il Primitivo di Manduria (Taranto), la Doc del rosso pugliese – un autentico brand e tra le più note in ambito internazionale – prosegue la sua espansione e consolida il successo di questi anni. Certo che ne è trascorso del tempo da quando il vino identificativo di quest’area, ai confini tra Tarantino e Salento, non aveva etichette, né prestigio, né visibilità di mercato. Era un vino da taglio, buono per irrobustire produzioni altrui. Oggi, invece, si racconta tutt’altra storia. Il Primitivo Doc di Manduria si fa largo, conquista fette di mercato, spinge le imprese agricole nel ricambio generazionale e rafforza il posizionamento nella fascia alta.

I numeri

Alcuni numeri danno l’idea di questa evoluzione: la Doc costituisce 91.6% dell’intero imbottigliato, Riserva Doc il 7.9%, dolce naturale Docg lo 0.5%. Altro dato importante è che 70% della produzione è destinata all’estero. Mentre per l’ultima vendemmia si segnala che la resa è stata bassa, circa il 35-40% in meno rispetto al 2019, «ma il frutto è stato di eccellente qualità con un’alta concentrazione di zuccheri. Una vendemmia che sarà ricordata tra le migliori».

Loading…

Ricambio generazionale in campagna

Tutti numeri, questi, che si richiamano all’attività del Consorzio di tutela di Manduria cui sono associati 57 aziende e oltre 1500 viticoltori mentre l’area di produzione abbraccia 18 comuni, di cui 15 nella provincia di Taranto e 3 in quella di Brindisi. Mauro di Maggio, presidente del Consorzio di tutela, spiega che «la crescita è la dimostrazione che le nostre cantine puntano sulla Doc e che la passione dei consumatori non diminuisce. La nostra area vitivinicola – aggiunge – sta cambiando pelle più rapidamente di altri grazie ad un’economia che sta crescendo e in grado di fare ulteriori salti di qualità. A questi dati, che non ci sorprendono, si deve poi aggiungere il ricambio generazionale».

Il lavoro che si trasforma

Per il presidente di Maggio, «ci sono molti giovani che si stanno affacciando in questo settore con la voglia di continuare il lavoro dei “vecchi” viticoltori e con competenze elevate e grande passione. Il lavoro in campagna si sta trasformando – sottolinea di Maggio – e le nostre aziende, piccole e grandi, operano in attività multifunzionali che vanno dalla trasformazione e vendita aziendale del vino fino all’enoturismo. Infine, il 35% delle nostre cantine ha attirato le energie della nuova generazione, giovani appassionati di vino che hanno una preparazione molto ampia».

E mettere insieme, comunicazione etica, sport abbinato alle qualità enogastronomiche, nonché accoglienza nazionale e internazionale, è il filo conduttore di un piano di formazione on line (causa distanziamento Covid) promosso dal Consorzio di tutela e rivolto agli imprenditori e agli agronomi. Avviata con la collaborazione di Sistema Impresa e Confcommercio Taranto, la formazione, partita lo scorso 9 aprile, andrà ora avanti con altri tre appuntamenti: “Comunicazione etica e netiquette” (30 aprile), “Sport e benessere in sinergia con le qualità enogastronomiche del territorio” (7 maggio) e “Accoglienza nazionale e internazionale” (21 maggio).

[Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews