venerdì, Giugno 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieLe Borse di oggi, 29 aprile 2021. Listini positivi sulla spinta di...

Le Borse di oggi, 29 aprile 2021. Listini positivi sulla spinta di Fed, Biden e conti trimestrali

MILANO – Ore 9.20. Si profila una giornata positiva i listini in Europa e negli Stati Uniti, dopo il buon andamento degli scambi in Asia. Tre fattori spingono gli acquisti azionari: ieri la Federal Reserve ha rassicurato sul fatto di non essere ancora pronta a ritirare i suoi stimoli e che gli acquisti di titoli sul mercato continueranno, dal momento che la pressione inflazionistica è giudicata come “transitoria”. Il presidente Joe Biden ha messo sul tavolo del congresso il suo piano da 1.800 miliardi che potenza la spesa sociale e contempla l’aumento della tassazione sulla popolazione più ricca. Infine, società come Apple e Facebook, insieme alla coreana Samsung, hanno rilasciato conti che vanno a gonfie vele.

Il trionfo di Big Tech: bilanci da record anche dopo i lockdown

dal nostro corrispondente

Federico Rampini

29 Aprile 2021

L’Europa parte subito con il piede giusto: Londra segna +0,61%,  Francoforte è in rialzo dello 0,18% e Parigi guadagna lo 0,47%. Anche Milano è positiva in avvio ma poi si riposiziona rapidamente vicino alla parità.

Sulla scia di queste considerazioni, Tokyo avanza dello 0,21% e Hong Kong sale dello 0,77%, mentre Shanghai guadagna lo 0,31%.

Sul fronte macroeconomico si attendono le indicazioni sul Pil americano e le richieste di sussidi per la disoccupazione.

Tra le materie prime, infine, si segnala il rialzo del petrolio in Asia con il Wti sul filo dei 64 dollari. Il greggio Usa sale dello 0,23% a 64,01 dollari al barile e il Brent avanza dello 0,33% a 67,49 dollari. Ieri le scorte settimanali Usa sono aumentate di 90.000 barili a 493,1 milioni di barili, meno del previsto. Le quotazioni risentono anche della decisione dell’Opec+ di lasciare la politica produttiva invariata rimandando il meeting al primo giugno. L’oro è invece stabile sui mercati: il metallo
con consegna immediata passa di mano a 1780 dollari l’oncia con una variazione di -0,07%. Non si arresta la corsa del prezzo del rame, spinto dalla domanda mondiale per la riconversione all’elettrico, settore in cui è largamente utilizzato e dall’abbondanza di liquidità che cerca comparti dove investire. Al mercato di Londra le quotazioni salgono dell’1,2% a 9997 dollari alla tonnellata, avvicinandosi così al record di 10.190 dollari toccato nel febbraio 2011.

Argomenti

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews