venerdì, Giugno 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMusicaIl tuo nome, Il Tre: la versione acustica con nuovo video

Il tuo nome, Il Tre: la versione acustica con nuovo video

Il Tre ha regalato ai fan una speciale versione acustica de Il tuo nome, singolo contenuto nel suo album ALI – Per chi non ha un posto in questo mondo.

La nuova versione del singolo è disponibile da oggi, 29 aprile 2021, così com’è disponibile anche il nuovo video , diretto da Lorenzo Montecchiani e girato sul lago di Castel Gandolfo.

Nella versione originale, Il tuo nome è una canzone pop/dance, con la produzione affidata a Tom Beaver. Questa nuova versione del singolo del rapper romano, invece, è stata realizzata solamente con pianoforte e violoncello.

Il tuo nome, ad oggi, conta oltre 10 milioni di stream e si trova, tuttora, nella Top 50 di Spotify.

Di seguito, trovate il testo di Il tuo nome. Cliccando qui, potete vedere il nuovo video del singolo.

Il tuo nome: il testo

Quante volte ho lasciato che tu
Ti prendessi un po’ gioco di me,
Nelle mani non avevo nulla
Ma i castelli nascono dal niente
E parlami come fossi l’ultimo a credere in quello che siamo
Poi strappami le mie ansie anche se sai
Che mi sento cosi stupido,
Quando mi lasci a guardare,
Ho bisogno di te subito,
Vieni e guardami le spalle,
So che fai finta di niente ma
Dalla testa tua non puoi scappare
Non esiste alcuna regola
Che insieme non si può cancellare.

Rimango fermo a guardarti per ore
Cammini senza voltarti indietro
Sento dolore se fanno il tuo nome
Come un coltello che mi entra dentro
E mi rimane lì.

E nella testa ho mille muri da abbattere, mille dubbi da abbattere
Come quando entravo a casa e mi dicevo, non piangere
Trattenevo le lacrime e le versavo su pagine
Un essere diverso è solo un essere fragile
Trattami come una specie estinta
Come fa una volpe a diventare una pelliccia
So soltanto che ci prenderemo la rivincita in una notte limpida
Io mica l’ho scritta, l’ho dipinta
E tu non puoi capire cosa provo dentro
Pensi sia tutto rose e fiori come un rododendro
Ma io sento solamente un rogo dentro
E le fiamme nei miei occhi fanno parte dell’incendio
Portami con te pure se andrò all’inferno
E mentre camminiamo non guardarti indietro
Sento sanguinare, scusa se mi fermo
E mentre te ne vai, io.

Rimango fermo a guardarti per ore
Cammini senza voltarti indietro
Sento dolore se fanno il tuo nome
Come un coltello che mi entra dentro
E mi rimane lì.

Sul mio viso sai leggere tu
Nessun altro qua sa decifrarmi
Forse ieri mi hai visto in tv,
Mi sentivo così stupido,
Sapendo che mi guardavi,
Poi ti avrei chiamata subito,
Per dirti che, per dirti che.

Rimango fermo a guardarti per ore
Cammini senza voltarti indietro
Sento dolore se fanno il tuo nome
Come un coltello che mi entra dentro
E mi rimane lì
E mi rimane lì
E mi rimane lì
E mi rimane lì.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews