lunedì, Giugno 21, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutaIl market cap di Tether raggiunge quota 50 miliardi di dollari

Il market cap di Tether raggiunge quota 50 miliardi di dollari

Lunedì, la capitalizzazione di Tether (USDT), la stablecoin più grande del mercato, ha superato 50 miliardi di dollari, segnalando che il bull market crypto è tutt’altro che terminato.

Tether Operations Limited ha confermato il traguardo dei 50 miliardi di USDT attualmente in circolazione. L’offerta di Tether, corrispondente al suo market cap, è decuplicata negli ultimi 12 mesi, anche grazie ad una crescita del 25% nell’arco di un mese.

“Superare un market cap da 50 miliardi di dollari rappresenta un traguardo incredibilmente importante per USDT,” ha commentato Paolo Ardoino, CTO di Tether:

“Il successo di Tether è un modello per una Central Bank Digital Currency (CBDC) e un sistema bancario del futuro. Siamo davvero onorati dal ruolo fondamentale svolto da Tether nell’ecosistema dei token digitali attraverso una miriade di protocolli e applicazioni.”

USDT gode di una posizione unica nella comunità crypto. In quanto prima stablecoin del settore, oggigiorno USDT il token ancorato al dollaro più liquido e usato nel mercato. Su diversi exchange, USDT resta una delle principali valute di controparte per le coppie di trading di Bitcoin (BTC) e Ether (ETH).

Al momento della stesura, USDT rappresenta circa il 66,1% del mercato complessivo delle stablecoin. USD Coin, la seconda più grande stablecoin, ha una valutazione di circa 11 miliardi di dollari.

Tether si è ritrovata al centro di numerose controversie e speculazioni sulle sue riserve: la disinformazione riguardo l’emittente di stablecoin è stata una grande fonte di paura, incertezza e dubbio nella comunità. Sembra che Tether abbia messo a tacere questi timori quando un report di garanzia della società contabile Moore Cayman ha confermato che i token USDT sono completamente garantiti dalle riserve dell’azienda.

Il report di garanzia, diverso da un audit, è stato pubblicato un mese dopo l’accordo tra Tether e l’ufficio del procuratore generale di New York, e la relativa sanzione da 18,5 milioni di dollari. Nell’ambito dell’accordo, Tether ha accettato di presentare report periodici per dimostrare le condizioni delle proprie riserve.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews